Sparare agli orsi nei parchi: in America si può

Grizzly morto
Grizzly morto

In America una legge federale permetterà di girare armati nei parchi e sparare agli orsi: legittima difesa contro Yoghi e Bubu. Ma ne siamo sicuri?

Picnic sull’erba, cestini colmi di vettovaglie mentre folle di bambini corrono urlanti e bagni al fiume. Se l’immagine del parco vi suggerisce queste idilliache ispirazioni green sappiate che attualmente potreste incappare in omaccioni armati di fucile: succede in America.

Sembra che a breve all’interno dei parchi naturali americani si potrà girare armati e sparare agli orsi, reato non punibile dalla legge perchè contemplato come legittima difesa.

I ranger dei tre parchi nazionali americani di Glacier, Yellowstone e Grand Teton sono in attesa di seguire gli sviluppi promessi da questa legge federale, entrata in vigore da poco ma decreto ormai attivo.

La legge federale ha esteso la validità del secondo emendamento, che consente e garantisce ai cittadini statunitensi il diritto di possedere armi, anche ai territori dei parchi nazionali.

Certamente gli orsi, lungi dall’essere come la nostra fantasia fumettistica li rappresenta, possono essere di gran lunga pericolosi, specialmente gli orsi grizzly.

Sembra che fatto un calcolo degli ultimi 100 anni, i Grizzly avrebbero aggredito e ucciso 10 persone nel Glacier Park e 5 a Yellowstone. Considerati il secolo e l’ingente quantità di turisti in realtà la stima potrebbe non essere drammatica quanto a prima vista.

Qual è il sottile confine tra autodifesa e grilletto facile? E come è possibile calcolarlo?

Certamente la legge federale che consentirà di girare armati e sparare agli orsi nei parchi in America getterà inquietudine anche nel green più incontaminato di una natura che forse si potrebbe preservare attraverso modi migliori.