Settembre a Capri: dove andare per spendere poco

da , il

    Settembre a Capri: dove andare per spendere poco

    Capri è una delle mete più ambite dell’estate, buen retiro di calciatori e veline, ma anche di star hollywoodiane e vip di ogni genere. Settembre a Capri può essere una vera sorpresa: quando le celebrità tornano alla loro normale vita di celebrità, tutti possono finalmente godere di questa isola meravigliosa, riuscendo a risparmiare qualcosa. Ma dove andare per spendere poco?

    Tra settembre e ottobre, infatti, Capri si svuota ed è possibile trovare prezzi più abbordabili: mangiare in un ristorante vista mare o pernottare in un albergo a conduzione familiare può essere la scelta giusta per trascorrere una vacanza indimenticabile. Visitare Capri vuol dire non solo vedere la Certosa di San Giacomo o la mitica piazzetta, ma anche immergersi nello spirito culinario dell’isola.

    Ecco alcuni suggerimenti per non rischiare di farsi spennare. E per arrivare a Capri si puo sempre prenotare un volo low cost per Napoli!

    Hotel La Tosca, una stella imbattibile

    hotel la tosca capri

    Capri è piena di alberghi di lusso a 5 stelle, ma resiste ancora oggi un albergo a una stella, con tutti i comfort del caso. L’Hotel La Tosca ha a disposizione solo 11 camere, ma tutte con aria condizionata e bagno privato.

    Manca la televisione, in compenso è disponibile la connessione wi-fi.

    La doppia, in b&b, costa dai 75 ai 150 euro: non è poco, ma la colazione con vista sui faraglioni è insuperabile.

    Da Tizzano, la granita dei vip

    granita

    Da Tizzano è un piccolo chiosco di agrumi che offre le migliori granite e limonate dell’isola. Ovviamente propone anche un buonissimo gelato artigianale con coni e cialde di produzione propria.

    Amato alla follia da Brigitte Bardot, continua a essere frequentato da ogni tipo di gente e, se si è fortunati, ci si può imbattere in qualche vip fuori stagione: i prezzi sono nella media, nulla di folle.

    Al Tinello, la vera cucina caprese

    frittura di paranza

    Il ristorante Al Tinello è un piccolo gioiello: nascosto nei vicoletti dietro la piazzette di Capri, è una tappa obbligata per chi vuole mangiare bene senza spendere un patrimonio. I suoi lati positivi sono l’ottimo rapporto qualità/prezzo, pochi coperti e tanta gentilezza.

    Si spende sui 30 euro, ma assaggiate i polpetti affogati nel sugo, i ravioli alla caprese e la frittura di paranza: rimarrete a bocca aperta, anzi a bocca chiusa!

    ÈDivino, i sapori della nonna

    calice di vino

    Èdivino, sempre vicino alla piazzetta, è un posto insolito dove mangiare, tra quadri, luci soffuse e tavolacci di legno.

    Si può gustare un buon calice di vino con qualche salume, senza dimenticare la parmigiana di melanzane o una braciola al sangue: i veri sapori della nonna, magari poco di moda, ma sempre i migliori.

    Da Gemma, per un pizza in compagnia

    da gemma capri

    Da Gemma, il più antico forno a legna dell’isola, è ancora possibile mangiare a prezzi onesti: buttatevi sulla pizza e lasciate stare tutto il resto.

    Il locale è abbastanza grande e piuttosto turistico, però per una sera si può mangiare una pizza in compagnia e allegria.