Scoppio del Carro 2012 a Firenze: non è Pasqua senza la Colombina [VIDEO]

da , il

    Lo Scoppio del Carro 2012 a Firenze è la tradizione che lega i Fiorentini alla Pasqua e soprattutto alla Colombina e al Brindellone, ovvero il carro pieno di fuochi d’artificio che verrà incendiato da una miccia travestita da colombina. Sembra che il rito risalga addirittura ai tempi della prima Crociata nel 1097, sotto il comando di Goffredo di Buglione, partito alla volta della Terra Santa per liberare il Santo Sepolcro.

    Infatti lo Scoppio del Carro è collegato alle tre pietre del Santo Sepolcro portate nel capoluogo toscano da un crociato fiorentino, Pazzino de’ Pazzi e tuttora conservate nella chiesa dei Santi Apostoli e Biagio, protagonista a Pasqua della veglia e poi del successivo Scoppio del Carro.

    Quest’anno Firenze ritorna alla tradizione, introducendo alcuni cambiamenti nel rito che lo riportano alla forma originale: se tra le mete preferite per Pasqua non trovate quella che fa per voi, fate un salto in Toscana e venite a trascorrerla nella culla della civiltà italiana.

    Come dicevamo, quest’anno ci sono due cambiamenti fondamentali, in modo da recuperare il significato più profondo e il valore simbolico e spirituale.

    Tanto per cominciare, cambia il momento dell’accensione del fuoco: solitamente, questo avviene direttamente la mattina di Pasqua nella chiesa dei Santi Apostoli e Biagio. Stavolta, invece, si terrà nella notte del Sabato Santo (7 aprile), all’inizio della veglia in cattedrale. Il cambiamento, oltre ad essere più in linea con quello che succedeva in passato, renderà anche il tutto molto più suggestivo: l’accensione del fuoco, infatti, avviene con le pietre del Santo Sepolcro e il fuoco della notte di veglia è il simbolo del Cristo risorto.

    Il secondo cambiamento riguarda invece l’aspersione dell’acqua benedetta: da quest’anno, infatti, la benedizione dei fedeli con l’acqua santa (che farà l’arcivescovo Giuseppe Betori) avverrà direttamente sul sagrato della Chiesa dei Santi Apostoli e Biagio, essendo così inserita all’interno dei riti iniziali della celebrazione eucaristica.

    Se volete partecipare all’evento, ecco alcune informazioni pratiche: i riti legati alla notte Santa del 7 aprile prenderanno il via alle ore 21.30 nella Chiesa dei Santi Apostoli e Biagio (vi conviene arrivare con un buon anticipo se volete trovare posto). Si parte con la preghiera di benedizione dei presenti per l’invio delle tre pietre del Santo Sepolcro di Gerusalemme verso la Cattedrale. Proprio qui, alle ore 22.30, si terrà la veglia pasquale e si inserirà nel braciere un tizzone di fuoco benedetto da usare il giorno successivo per accendere la miccia del carro.

    La domenica di Pasqua (8 aprile) l’appuntamento è per le 10.30 con la celebrazione dell’Ora Sesta nel Battistero: lo Scoppio del Carro è previsto per le 11.