Scavi di Pompei: orari, prezzi ed informazioni

da , il

    Il comune di Pompei in provincia di Napoli, rappresenta uno dei luoghi più affascinanti al mondo: luogo denso di mistero, qui si respira un’aria millenaria, che lascia smarrite prede della violenza trascinante di una Storia improvvisa e inarrestabile, che tutto crea e distrugge con la potenza incessante di un’ineluttabilità incomprensibile quanto pericolosamente affascinante. Dalla metà del VII secolo a.C., un primitivo insediamento si stabilì sul luogo della futura Pompei: il piccolo agglomerato, nato intorno al nodo commerciale che vedeva l’incrocio di tre importanti strade provenienti da Cuma, Nola e Castellammare di Stabia, era destinato a diventare snodo importante per i mercanti dell’epoca, tuttavia gli eventi lo cancellarono dalle mappe dell’epoca lasciandone un’immota quanto vivida testimonianza nella pietra lavica. Ecco qualche informazione utile per districarsi tra orari e prezzi dell’area archeologica di Pompei, nel caso desideriate organizzare un’escursione alla scoperta degli scavi.

    In quanto luogo di passaggio obbligatorio tra nord e sud, Pompei fu al centro di una potente lotta da parte degli Stati confinanti, causata dalla sua importanza come nodo viario e portuale.

    Conquistata una prima volta dalla colonia greca di Cuma tra il 525 e il 474 a.C., possiamo leggere dagli antichi scritti di Strabone come Pompei venne successivamente abitata dagli Etruschi. Testimonianza di questa presenza è l’area del tempio d’Apollo, dove sono stati rinvenuti numerosi frammenti con iscrizioni etrusche, così come la parte dedicata alle terme, in cui è emersa una necropoli risalente al VI secolo a.C.

    Nell’autunno del 79 d.C. un’eruzione del Vesuvio cancellò drammaticamente Pompei, ricoprendo la vita che fino a poche ore prima serpeggiava di fervore, mercati e canti in urla di paura, per poi lasciarla nella polvere silenziosa di una lava che seppellì un’intera civiltà, per lunghi secoli.

    La Pompei moderna fu fondata dopo la costruzione del Santuario della Beata Vergine del Rosario di Pompei, consacrato nel 1891. Oggi gli scavi di Pompei presentano l’inconsueto scenario di una vita rimasta a suo modo bloccata nella pagina di una Storia dove il fuoco dell’eruzione ha contribuito a lasciare una memoria istantanea e perenne.

    L’Unesco nel 1997 ha dichiarato Pompei Patrimonio Mondiale dell’Umanità: il Comitato ha deciso di iscrivere tale area sulla base dei criteri culturali considerando la straordinarietà dei reperti delle città di Pompei, Ercolano e delle città limitrofe, testimonianza completa e vivente della società e della vita quotidiana in un preciso momento del passato.

    Il 6 novembre scorso un crollo occorso nell’area archeologica di Pompei ha ridotto in briciole l’armeria dei Gladiatori: l’incuria umana riuscirà a distruggere ciò che nemmeno la furia devastante della natura riuscì a compiere?

    Scavi di Pompei: orari

    pompei scavi

    Dal 1° novembre al 31 marzo gli scavi di Pompei sono aperti tutti i giorni dalle ore 8.30 alle ore 17.00. Potete effettuare il biglietto per l’ultimo ingresso fino alle ore 15.30.

    Durante la stagione estiva, dal 1° aprile al 31 ottobre, potete accedere agli scavi di Pompei tutti i giorni dalle ore 8.30 alle ore 19.30. Non dimenticate che l’orario di visita per l’ultimo ingresso è alle ore 18.00.

    Visitare gli scavi di Pompei di notte

    pompei notte

    Potete anche scegliere di visitare gli scavi di Pompei di notte. Il percorso de Le Lune di Pompei vi condurrà alla scoperta degli scavi archeologici di Pompei nella suggestione di un viaggio in notturna, partendo dalla Necropoli di Porta Nocera attraverso la Luna della Morte fino alla via dell’Abbondanza, tra proiezioni virtuali e gli scenari surreali dell’Anfiteatro illuminato.

    Guida d’eccezione la voce dell’attore Luca Ward, mentre ben sette lune si succedono per far rivivere la magia dell’antica Pompei nell’oscurità della notte, dove tutto può accadere.

    Scavi di Pompei: prezzi dei biglietti

    pompei biglietti

    Il biglietto intero per accedere all’area archeologica degli Scavi di Pompei costa 11 euro ed è valido per un’intera giornata.

    Potrete acquistare un biglietto ridotto per gli Scavi di Pompei al prezzo di 5,50 euro se siete cittadini dell’Unione Europea con un’età compresa tra 18 e 25 anni non compiuti oppure se lavorate in qualità di docente delle scuole statali dell’Unione Europea, con incarico a tempo indeterminato.

    Il biglietto è valido un’intera giornata. Se invece desiderate l’accesso ai cinque siti, di Pompei, Ercolano, Oplonti, Stabia, e Boscoreale, pagherete il biglietto intero 20 euro e il biglietto ridotto 10 euro, con validità di tre giorni.

    Avete diritto al biglietto gratuito per gli scavi di Pompei se avete meno di 18 anni oppure più di 65 anni.

    Come raggiungere gli scavi di Pompei

    pompei visitare

    I principali collegamenti in treno per raggiungere gli Scavi di Pompei sono attraverso la Circumvesuviana Napoli-Sorrento: arriverete all’Ingresso Porta Marina scegliendo la fermata Pompei Villa dei Misteri, oppure con la Circumvesuviana Napoli-Poggiomarino, con fermata Pompei Santuario.

    Potete anche utilizzare un treno regionale delle Ferrovie Italie della linea Napoli-Salerno con destinazione Pompei. In autobus potete raggiungere gli scavi di Pompei con i bus SITA da Napoli e da Salerno, oppure il CSTP n.4 da Salerno, o ancora il CSTP celere da Salerno.

    Se siete in auto potrete agilmente arrivare a Pompei prendendo l’autostrada A3 Napoli-Salerno e uscendo a Pompei.

    Per ulteriori informazioni su orari, prezzi e visite degli scavi di Pompei potete consultare il sito ufficiale della Soprintendenza Archeologica di Napoli e Pompei.