Rivoluzione viaggi in crociera, queste sono le nuove regole da rispettare

Tutte le novità da sapere se vogliamo prenotare una vacanza in crociera. Finalmente misure di sicurezza più semplici e leggere.

Rivoluzione viaggi crociera
Rivoluzione viaggi crociera – viaggi.nanopress-it

Negli ultimi mesi si è finalmente intravista la luce in fondo al tunnel dopo due anni di divieto di quasi tutti i viaggi turistici a causa del Covid. Anche le compagnie di navigazione hanno adottato alcune severe misure di sicurezza per evitare che pericolose epidemie si diffondessero a bordo.

Tuttavia, qualcosa sta cambiando. I protocolli sanitari sono stati alleggeriti e le regole per chi vuole prenotare una crociera sono state allentate. Ecco le novità.

Le nuove regole per viaggiare su una crociera

In passato, per poter partecipare ad una crociera, era necessario sottoporsi a rigidi protocolli, come obblighi vaccinali e test anti-covid da effettuare poche ore prima della partenza. Tutto questo per ridurre significativamente il rischio di contrarre un virus durante la vacanza. Purtroppo viaggiare non è mai stato più come una volta, e abbiamo dovuto abituarci a tutti questi cambiamenti. 

Attualmente però la situazione di emergenza si sta lentamente allentando ed è possibile godersi una crociera in tranquillità. Ovviamente sempre ricordando le misure igieniche di base, come la sanificazione frequente delle mani e l’autoisolamento in caso di sintomi. 

Ma la maggior parte delle compagnie ha allentato le misure anti-covid. E ora vediamo insieme cosa bisogna fare per godersi una vacanza in crociera.

Costa Crociere – viaggi.nanopress.it

Costa Crociere

I viaggi organizzati da Costa Crociere, la principale compagnia di navigazione italiana, presentano una serie di novità. Ad esempio per i passeggeri che sceglieranno le rotte verso il Mediterraneo, il Sud America, i Caraibi e gli Emirati Arabi, se hanno un ciclo completo vaccinale, non dovranno sottoporsi a tamponi molecolari o rapidi prima dell’imbarco. E per quanto riguarda i passeggeri non vaccinati? Sulle navi dirette nel Mediterraneo e nei Caraibi, gli ospiti dovranno prima essere sottoposti a un test di antigenicità negativo entro due giorni prima della partenza per poter salire a bordo.

Tuttavia però, per entrare nei Caraibi e poter scendere a terra a St. Martin, St. Vincent e Barbados, ci sono delle norme più rigide. Per le persone vaccinate basterà mostrare un tampone antigienico negativo eseguito 24 o 48 ore prima dell’arrivo a destinazione. Stesso discorso vale per il Marocco, se si vorrà scendere sulla terraferma bisognerà effettuare un test molecolare 48 ore prima dell’arrivo nel paese.

Le regole per le tratte con scalo in Grecia invece sono rimaste invariate, e cioè si potrà entrare sempre e solo con due dosi di vaccino (o con una di Johnson Johnson) più il booster o con una o più dosi di vaccino più la guarigione dal covid, e un test antigienico 48 ore prima dell’arrivo a destinazione.

MSC Crociere

MSC Crociere adotta misure più severe per evitare il rischio di malattie trasmissibili a bordo. I passeggeri di età superiore ai 18 anni possono salire a bordo solo se hanno ricevuto due dosi di vaccino (o una singola vaccinazione Johnson & Johnson) o una dose di vaccino e successivamente si è guariti dal Covid, oppure se non si è stati vaccinati ma si è in possesso di un certificato di guarigione entro sei mesi. I bambini di età compresa tra i 2 e i 18 anni, invece, devono sottoporsi ad un test antigienico entro 48 ore dalla partenza.

Ma per le crociere in partenza dal 1° ottobre la vaccinazione a bordo non sarà più obbligatoria (anche se rimarrà fortemente raccomandata). Comunque, i passeggeri non vaccinati di età pari o superiore a 5 anni, dovranno sottoporsi ad un test antigenico o molecolare 48 ore prima della partenza.

Anche la compagnia MSC Crociere, per le tratte dirette ai Caraibi avrà delle misure di sicurezza più severe. I cittadini non statunitensi dovranno esibire la vaccinazione completa (se hanno più di 12 anni) e i risultati negativi del test antigienico effettuato entro 48 ore prima della partenza. Per i passeggeri di età tra i 2 e i 12 anni la vaccinazione non è obbligatoria, ma sarà sufficiente il test antigienico. I test fai da te non sono accettabili e, allo stesso modo, i certificati di guarigione non sono considerati una vaccinazione completa.

Norwegian Cruise Line

La NCL è sicuramente la compagnia che ha alleggerito di più le norme anti-covid. Dal 3 settembre i passeggeri non vaccinati possono imbarcarsi, ma devono presentare un risultato negativo di un tampone molecolare o antigenico effettuato sotto controllo medico almeno 72 ore prima dell’imbarco. Per i bambini sotto i 12 anni invece, non ci sono regole sanitarie specifiche da seguire. Questa misura è valida su tutte le loro imbarcazioni.

Fanno eccezione gli scali in paesi in cui le regole sono ancora rigide ovviamente. Ad esempio, in Grecia i passeggeri vaccinati devono presentare un test antigienico negativo effettuato entro 48 ore prima della partenza (passeggeri di età pari o superiore a 12 anni). Invece, ai passeggeri non vaccinati non è consentito sbarcare in Canada e in Costa Rica (per chi ha più di 12 anni e più di 5 anni).

Royal Caribbean

Royal Caribbean ha anche aggiornato le sue regole di imbarco: a partire dal 5 settembre, come regola generale, tutti i passeggeri, indipendentemente dallo stato di vaccinazione, possono viaggiare a bordo. Per le crociere di 9 notti o meno, solo i passeggeri non vaccinati di età pari o superiore a 5 anni (rotte interne statunitensi) e 12 anni (rotte interne europee), dovranno presentare un tampone anti-covid negativo, valido anche un test fai da te. Per le crociere di 10 o più notti invece, tutti dovranno sottoporsi al test antigienico entro tre giorni dalla partenza.

Esistono ovviamente anche qui eccezioni, come per lo sbarco in Grecia, dove potranno sbarcare solo i passeggeri sottoposti a test antigienici e molecolari (48 e 72 ore prima della partenza), indipendentemente dalla durata della crociera. Questa norma si applica solo ai viaggiatori di età pari o superiore a 12 anni.