Passaporto, quello italiano è uno dei più forti al mondo: sei fortunato e non lo sai

Troppo spesso il passaporto viene considerato un documento come un altro, ma non è proprio così: quello italiano è fortissimo ed è importante averne massima cura.

Passaporto italiano
Passaporto italiano – viaggi.nanopress.it

Dite quello che volete ma il passaporto non è un documento qualunque, tutt’altro.

Passaporto, tutto quello che c’è da sapere

In questo periodo dell’anno, dove i viaggi si intensificano, le richieste per ottenere il passaporto fioccano. Spesso, infatti, è opportuno andare oltre confine a caccia di quella meta tanto desiderata nel corso dell’anno. Quello che in tanti non sanno, però, è l‘importanza di questo documento, le procedure per ottenerlo e come custodirlo senza incappare in situazioni spiacevoli.

passaporto
passaporto – viaggi.nanopress.it

Ci sono tante cose da sapere su questo documento, più di quante se ne possano immaginare. Alcuni pensano che si tratti di un semplice libretto con dei timbri e non gli danno la giusta importanza. La cosa curiosa è vederlo illuminato da una torcia con luce UV LED, sapere cosa succede? Il Passaporto quasi brilla, vengono messi in risalto i simboli, i timbri, ed evidenziati i colori.

Ogni passaporto racconta molto più di quello che si possa immaginare, racconta la storia e la forza di un paese. Forse in pochi sanno che il passaporto italiano è uno dei più forti al mondo. Ma cosa significa questo? Entriamo nel dettaglio. La maggior parte delle persone non sa che non esiste un unico passaporto ma ci sono ben 4 tipologie diverse.

Quattro tipologie diverse

Come detto esistono quattro tipi di passaporto diversi e si suddividono in colori. Si parte dal passaporto rosso di cui fa parte anche l’Italia, si prosegue con il passaporto verde che viene  adottato da molti paesi di religione islamica; esiste poi il passaporto blu che, ad esempio, è quello che è stato rifilato al Regno Unito una volta uscito dalla Brexit, ed infine il passaporto nero, rarissimo ed appartenente a soli 7 paesi.

Secondo la classifica Passport Index al 1° posto tra i paesi più “potenti” e quindi con un passaporto più aperto, troviamo gli Emirati Arabi. Al 2° posto, insieme a Germania e Spagna c’è anche l’Italia. Il passaporto italiano permette un accesso a 168 paesi sui 193 totali, garantendo accesso completamente libero a ben 21 paesi. In questa speciale graduatoria gli ultimi posti vengono occupati da paesi in conflitto o in crisi come Afghanistan, Iraq, Siria, ed hanno possibilità di varcare il confine di soli 35 stati.

Alla luce di tutte queste considerazioni ecco perché la potenza di questo documento è data anche dalla mobilità con cui ci si può muovere, ovvero dalla quantità di paesi in cui è permesso l’accesso, che in altre parole può essere tradotto come il livello di libertà di ogni abitante del mondo.