Mini crociera: ecco come diventa la vacanza nel 2010

da , il

    Mini crociera: ecco come diventa la vacanza nel 2010

    Come diventerà lo stile di viaggi e vacanze degli italiani? Voglia di rilanciarsi, ma l’odore della crisi infesta ancora il settore turismo. E così si progettano nuove soluzioni e proposte.

    Voglia di viaggiare, ma crisi che taglia molte spese per le famiglie italiane, tra cui la possibilità di fare vacanza.

    Il governo aveva tentato un aiuto escogitando i bonus vacanza, ma alla Borsa internazionale del Turismo 2010, (a Milano presso la Fiera di Rho fino a domenica 21 febbraio), la discussione ha ripreso il via, nel tentativo di progettare soluzioni nuove.

    Come e dove si viaggerà nel 2010? I quasi duemila espositori, tra istituzioni, tour operator e enti del turismo, si sono posti la domanda. Ecco alcune delle idee proposte.

    Le grandi compagnie di navigazione hanno puntato l’attenzione su una nuova modalità del settore crociere: crociere durante l’interno arco dell’anno, non più solo d’estate nel Mediterraneo e ai Caraibi d’inverno.

    Inoltre spunta l’idea della mini crociera: un viaggio sul mare della durata dai tre ai cinque giorni, a prezzi abbordabili e verso mete differenti, quali Adriatico, Grecia e Egitto.

    Sul lato opposto nasce l’idea delle vacanze in crociera per cento giorni di navigazione con Costa, che intende creare un percorso a largo raggio in giro per il mondo, con una nave che parte da Savona e attraverso lo stretto di Panama, condurrà verso Polinesia, Australia e Asia, per poi ritornare nel Mediterraneo. Una crociera come un bus, da prendere in una qualsiasi delle tappe previste, come un servizio di trasporto mondiale attraverso i mari.

    Anche gli itinerari della cultura, che riscoprono le tradizioni locali attraverso le strade del vino, i percorsi storico archeologici e letterari appaiono nuova modalità per attuare viaggi brevi, low budget e ricchi di stimoli, alla scoperta di culture spesso vicine a noi, ma del tutto sconosciute.

    Da parte degli enti del settore ciò che ermerge è soprattutto l’idea del turismo destagionalizzato per dodici mesi l’anno. Che dire? Un’ottima riflessione per iniziare preparare la valigia.