Messico: archeologia e movida nell’estate 2010

da , il

    Messico: archeologia e movida nell’estate 2010

    Mare di cristallo e una storia millenaria: il Messico offre un panorama eccezionale tra cocktails sulla spiaggia e rovine di inestimabile pregio. Se programmate le vacanze per l’estate 2010, ecco una meta preziosa e qualche consiglio.

    Tra le destinazioni hot dell’estate 2010, non faticherete a trovare un last minute per il Messico.

    Litorali bianchissimi a tutto relax, rovine archeologiche misteriose, città ricche di fascino: il Messico vi offrirà una quantità inverosimile di eventi, siti di interesse, prezzi bassissimi e la magia di una vacanza dall’altra parte del mondo che vi sarà difficile dimenticare.

    Ai backpackers questo paese coloratissimo propone prezzi davvero low e un territorio da scoprire al di fuori delle mete più conosciute, in un percorso inesplorato tra autobus e autostop che potrebbe portarvi da San Francisco a queste coste dal fascino latino. Per le famiglie non mancano pacchetti completi e all inclusive a prezzi davvero accessibili.

    Destinazione fissa la turistica Cancun, che si affaccia sul Mar dei Carabi nella regione del Quintana Roo del Messico Orientale. Il luogo propone numerose attrezzature turistiche e molti resort moderni dove la scelta di un cocktail o di un maestro di surf sarà il vostro unico problema.

    La città in realtà si divide tra il cuore della Ciudad e Isla Cancun, detta anche Zona Hotelera, che riunisce gli hotel sorti dagli anni Settanta a oggi lungo una striscia di spiaggia bianchissima lunga circa una ventina di chilometri.

    Non perdetevi l’occasione per spingervi ad esplorare l’antica terra messicana e la sua cultura millenaria cultura. Chicken Itza presenta uno dei siti archeologici più famosi al mondo.

    Anche se ormai irrimediabilmente invasa dai flussi turistici, con un pizzico di immaginazione e silenzio non faticherete ad immergervi nell’atmosfera antica e soffusa di segreta magia all’ombra della Piramide di Kukulkan. Percorrete il campo da pelota maya Pok ta Pok e se siete appassionati di yoga meditate sull’alto di queste rovine: vi ritroverete catapultati in un oceano di sensazioni mentre la foresta sembra osservarvi da lontano.

    Il sito maya di Coba rappresenta un altro tesoro del Messico, che la giungla per secoli ha nascosto gelosamente: qui potrete ammirare la più alta piramide dello Yucatan, Nohochmul, mentre a Tulum si animerà sotto il vostro sguardo stupito il solo sito marino fortificato del mondo maya.

    Amate nuotare? Mentre il cocktail rimane ad attendere il vostro ritorno dalle antiche rovine, ricordate che numerosi parchi acquatici offrono vari programmi per nuotare con i delfini, un’esperienza decisamente particolare per una vacanza in Messico all’insegna di un’estate 2010 da ricordare.