Marrakech: le cose da vedere e da fare visitando i souq e il deserto del Sahara

da , il

    In partenza per Marrakech? Ecco le cose da vedere e le cose da fare in questa colorata e vivace città situata nell’entroterra del Marocco, che un tempo ne fu la capitale ed oggi è famosa per avere i mercati più belli del paese (chiamati souq) e per essere un importante centro culturale. Innanzitutto, chi si reca a Marrakech non può assolutamente perdersi una visita alla Medina, la parte più antica della città, piena di bancarelle colorate e di stretti e suggestivi vicoli tutti da esplorare, dove ammirare gli artigiani all’opera e dove rilassarsi sorseggiando un the alla menta, che qui è una vera prelibatezza; ma nel centro storico di Marrakech si trovano anche i maggiori monumenti della città, tra cui il più importante è la moschea Koutoubia, che ha uno splendido minareto che con i suoi 70 metri di altezza supera tutti gli altri minareti della città, e domina tutto il paesaggio circostante. All’interno della Medina si trova anche la Piazza Jemaa el Fna, la piazza più importante della città, nonchè centro nevralgico della vita di Marrakech.

    Questa piazza ha un fascino unico e particolare, che attira i turisti e permette loro di scoprire diversi aspetti della cultura marocchina, avvolgendoli con il fumo dei narghilè, i profumi provenienti dalle bancarelle e dalle cucine dei ristoranti che la sera invadono ogni spazio libero con i loro tavolini, e con i colori e le stranezze di ogni sorta di personaggio che ci si possa o meno immaginare: tra incantatori di serpenti, contorsionisti, cantastorie, donne che fanno tatuaggi con l’hennè, maghi e venditori di sigarette si rimane incantati, entrando in un mondo a parte che si anima dalla tarda mattinata fino a notte fonda, lasciando un piccolo e suggestivo spazio di quiete e silenzio la mattina presto, momento perfetto per contemplare la piazza addormentata. Infine, all’interno della Medina, proprio a nord della nostra piazza incantata si trova il souq, dove i visitatori si possono perdere ad annusare le spezie, tastare i tessuti pregiati, assaggiare le ottime spremute di arancia, provare i gioielli fatti a mano e contrattare con i mercanti e gli artigiani, in un’atmosfera quasi incantata che fa perdere la cognizione del tempo e dello spazio.

    Tra i palazzi più belli da visitare a Marrakech ci sono il Palais de la Bahia, risalente al XIX secolo, dove si possono visitare 8 ettari di meravigliosi giardini monumentali e gli interni ricchi di splendidi affreschi e soffitti in legno, e il Palais el Badi, dove in realtà sono rimaste solo le rovine si quella che un tempo era una delle dimore più sfarzose del mondo: voluta dal re Saadiane Ahmad al-Mansur e costruita a partire dal 1578, un tempo era decorata con pregiati marmi italiani, bellissimi affreschi e oro portato in grandi quantità dall’Africa centrale; oggi vi si tengono il Festival del Folklore di Marrakech ed il Marrakech Film Festival, e si possono visitare il grande cortile, la piscina, le sale delle cerimonie e i cunicoli sotterranei dove si trovavano le prigioni del palazzo. A Marrakech meritano una visita anche gli splendidi Giardini Majorelle, dove fare tranquille e rilassanti camminate ed ammirare suggestivi giochi d’acqua e oltre 300 specie diverse di piante, e i Giardini della Menara, situati a ovest della città e risalenti al XII secolo, dove rilassarsi tra ulivi e palme e magari fare anche una nuotata nella loro piscina interna. Se le città del Marocco vi incuriosiscono, scoprite anche il fascino di Tangeri, con le sue meravigliose spiagge, i raffinati caffè e i maestosi palazzi che rapiranno la vostra fantasia.

    Tra le cose da fare a Marrakech non può mancare un affascinante tour nel deserto del Sahara, magari sul dorso di un cammello, che vi condurrà insieme ai beduini tra le dolci dune sabbiose fino ad arrivare, al calare della sera, in una tenda berbera nella quale potrete trascorrere una magica notte sognando sotto le stelle del deserto. Per provare un’altra esperienza che vi farà entrare in contatto con la cultura locale, vi consigliamo anche di provare un ingresso in un caratteristico hammam, dove rilassarvi e farvi coccolare da docce calde, bagni turchi e massaggi, mentre chi preferisce qualcosa di più mondano può fare un giro nel casinò dell’Hotel la Mamounia; per una notte indimenticabile infine, provate a dormire nei riad, antiche case private trasformate in piccoli ed intimi alberghi.