Luoghi più belli del Portogallo: spiagge, paesi e grotte di rara bellezza

da , il

    sintra-quinta-da-regaleira-poco-da-iniciacao

    Se lo avete sempre snobbato, vi siete sbagliati di grosso! E’ arrivato il momento di scoprire i luoghi più belli del Portogallo, un paese ricco di bellezze naturalistiche e non solo: spiagge oceaniche paradiso dei surfisti, borghi antichi, grotte spettacolari, cascate ‘maledette’. Non mancano inoltre elementi di modernità e Lisbona, in questo senso, ne è la massima espressione. E’ una terra che merita di essere scoperta e che, siamo certi, vi saprà stupire.

    Boca-do-Inferno-Cascais

    Boca do Inferno, Cascais

    Boca do Inferno, in italiano ‘La bocca dell’inferno’, è una spaccatura nella roccia, che si trova sulla costa, alla periferia della ricca cittadina di Cascais, nel dintorni di Lisbona. E’ uno spettacolo naturale incredibilmente suggestivo, ma quando il mare è mosso succede qualcosa di ancor più sorprendente: l’acqua che entra nelle fenditure della scogliera si infrange con forza sulle pareti rocciose, generando un suono sordo, simile ad un gemito umano….

    Cabo-da-Roca

    Cabo do Roca

    Cabo da Roca è un capo che si trova a 140 metri d’altezza a picco sul mare. E’ vicino a Sintra, nel distretto di Lisbona. Luogo ricco di fascino, fortemente battuto dal vento, fa parte del Parco Naturale di Sintra-Cascais, dove si trova una grande varietà di specie animali: cormorani, falchi pellegrini, rapaci notturni, gabbiani, pipistrelli, volpi, vipere e lucertole. Cabo do Roca si è trasformato nel tempo in un posto ad alta affluenza di turisti.

    Foz do Arelho

    Foz do Arelho

    Foz do Arelho è un posto magico in cui la forza dell’oceano si incontra con il fluire dolce di un fiume, che qui si allarga in una foce, creando una piccola laguna. Nonostante questa sia una delle spiagge predilette dai surfisti, è ottima anche per chi cerca semplicemente dell’acqua limpida in cui fare un bagno: qui l’acqua che arriva dal fiume è incredibilmente pulita e offre la possibilità di immergersi in totale sicurezza, anche quando l’Oceano è maledettamente infuriato.

    Grotte di Benagil

    Grotte di Benagil, Algarve

    Le grotte di Benagil si trovano a 150 metri dall’omonima spiaggia, nella zona di Carvoeiro, Algarve. E’ raggiungibile esclusivamente tramite mare, in barca o a nuoto dalla spiaggia. Le pareti rocciose, instancabilmente erose nel tempo dalle onde, formano una sorta di cupola con lucernario. Durante la bassa marea è possibile camminare nella grotta o rilassarsi all’ombra. E’ senza dubbio, uno dei luoghi più suggestivi d’Europa.

    Pego do Inferno

    Pego do Inferno, Tavira

    Pego do Inferno, è un luogo carico di mistero, conosciuto e frequentato per lo più dai portoghesi: si tratta di una piccola cascata che si tuffa in un laghetto di acqua così verde smeraldo da sembrare dipinto (dal vivo è esattamente come in foto). E’ molto difficile riuscire a raggiungerlo, anche perchè mancano letteralmente le indicazioni stradali e la gente del polso è reticente a darvi informazioni su questo posto. Il perchè è racchiuso nel suo nome: secondo una leggenda popolare, in questo piccolo specchio d’acqua lacustre cadde una carrozza che non fu mai più ritrovata insieme a tutti i suoi occupanti, persone e animali. Pare che i subaquei non trovarono mai il fondo del lago. Si dice che chiunque cada in queste acque finisca dritto all’inferno: ecco perché è stato soprannominato la Fossa dell’Inferno. Purtroppo un incendio ha chiuso la zona nel 2012, tuttavia l’accesso è stato ripristinato alla fine del 2013.

    Praia do Tonel, Sagres

    Sagres

    Sagres si trova a pochi chilometri dalla punta più occidentale d’Europa, Capo São Vicente. Incastonata sulla costa impervia dell’Algarve occidentale, è sempre stata un piccolo borgo di pescatori dalla storia antica, velata di mistero: qui visse Enrico il Navigatore, che scelse Sagres come sede della sua leggendaria scuola di navigazione e come punto di partenza delle prime caravelle per le esplorazioni del XV secolo. In questo punto la costa è ripida e frastagliata, ferocemente battuta dal vento: ciò ha protetto Sagres dallo sviluppo di quel turismo di massa che ormai da anni attanglia il resto dell’Alrgarve. E’ anche un paradiso terrestre per i surfisti più esperti.

    Sintra, Portogallo

    Sintra

    Sintra, un piccolo borgo incantato, incastonato come una pietra preziosa su di una lussureggiante rocca verde, si trova a due passi da Lisbona. A catturare l’attenzione sono i suoi insoliti palazzi dai colori e dalle forme bizzarre, frutto di curiose e azzardate sperimentazioni architettoniche. E’ possibile visitare il Castello dos Mouros, costruito dagli arabi nel l’VIII secolo, l’incredibile Palacio de Pena, castello dai colori e dall’architettura fiabesca, fatto costruire nel 1836 da Ferdinando II di Sassonia, e il maestoso Palacio Real, costruito nel XIV su fondamenta moresche. Oltre ai palazzi, da non perdere è anche la celebre Torre al Contrario, che affonda le sue radici nell’utero della terra: la sua caratteristica struttura ad archi in pietra completamente rivestiti di muschio verde, accompagna il percorso concentrico del visitatore, mentre risale verso la luce, dagli abissi terrestri. Si dice che nel medioevo fosse il percorso iniziatorio che dovevano affrontare tutti coloro che si apprestavano a diventare cavalieri. La struttura dal fascino sinistro è aperta alle visite tutto l’anno.

    Spiaggia di Dona Ana, Algarve

    Spiaggia di Dona Ana, Lagos

    La spiaggia Dona Ana si trova a Lagos, una delle località più frequentate dell’Algarve. E’ un angolo di paradiso racchiuso tra le rocce e raggiungibile esclusivamente tramite una ripida scalinata in legno. Inutile dire che vale la pena affrontare lo sforzo! Evitando di andarci nei mesi di luglio e agosto, è una landa così tranquilla da offrire ristoro all’anima, oltreché al corpo. L’acqua è cristallina ed estremamente fredda (intorno ai 10 gradi!), tuttavia se avete coraggio e salute, merita di immergersi!

    Tram_di_Lisbona

    Lisbona

    Lisbona, oltrechè la capitale del Portogallo, è il centro nevralgico della modernità di tutto il paese.

    Il simbolo della città è la Torre di Belém, Patrimonio dell’Umanità UNESCO, che serviva a sorvegliare l’entrata al porto della città sul fiume Tejo. Altre bellezze architettoniche da non perdere sono: il Castelo de Sao Jorge, nell’antico quartiere dell’Alfàma, il Monastero dos Jerònimos, il quartiere di Belém, e la Praça Marquês de Pombal, dalla quale si estende il Parco Eduardo VII, il più grande della città. Gli amanti della vita notturna potranno invece dirigersi a colpo sicuro nella zona del Barrio Alto, un caratteristico quartiere centrale della città vecchia, fatto di vicoli e scalinate in cui si nasconde tutta la movida di Lisbona: locali, ristoranti e bar sono uno a fianco all’altro, avrete solo l’imbarazzo della scelta! Infine anche la capitale offre spiagge incredibili: superate il ponte del 25 aprile e raggiungete Caparica: vi troverete dinanzi a 8 km di costa incontaminata, in cui l’unica cosa che vedrete all’orizzonte sarà l’oceano.

    Porto - Libreria Lello

    Libreria Lello, Porto

    La libreria Lello, in stile neogotico, risale al 1869. Si trova a Porto ed è considerata una delle librerie più belle del mondo. Appena entrati sentirete un tuffo al cuore: l’arredamento interno è abbagliante, fatto di soffitti e mensole in legno pregiato, finestre di grandi dimensioni, e soprattutto una scalinata centrale rivestita con una tintura lucida rosso porpora, che dà l’idea del fluire del sangue. Più che una libreria è un vero e proprio santuario del libro: verrete letteralmente rapiti dalla superba struttura e non vi accorgerete nemmeno del tempo che passa.