Il valore di questo tesoro è inimmaginabile: era sepolto in fondo al mare

Riemerso un tesoro incredibile in fondo al mare. I subacquei non credevano a quello che hanno trovato.

Tesoro sommerso
Tesoro sommerso – viaggi.nanopress.it

Nel corso degli anni, molti appassionati e studenti hanno espresso il desiderio di approfondire le radici della conoscenza nel campo dell’archeologia. La branca, uno degli ambienti più selezionati all’università, oggi offre percorsi di studio molto stimolanti e coinvolgenti. Chi ha una curiosità innata nel DNA è destinato a studiare questa materia speciale.

Per chiarire, l’archeologia può abbracciare tante discipline molto diverse. Oggi una delle più autorevoli è l’archeologia subacquea.

E’ grazie ai pionieri di questo sottoramo che furono scoperti antichi tesori di incommensurabile e ineguagliabile valore. Il compito degli addetti ai lavori è quello di proteggere e valorizzare il più possibile questo monumento.

Una scoperta che risale a 3 secoli fa

Ci sono voluti tre secoli e l’ingegno di un gruppo di scopritori sottomarini per portare in superficie un dono rarissimo di Madre Natura.

relitto bahamas
Relitto nelle acqua delle Bahamas – viaggi.nanopress.it

Siamo nel mare profondo, dove nidificano animali marini di dimensioni mastodontiche. Gli archeologi marittimi sono giunti allo stadio di ricerche molto complesse e dettagliate e hanno scoperto veri e propri tesori inestimabili.

La notizia arriva direttamente dalle principali emittenti televisive delle Bahamas. Le Bahamas sono solitamente attratte per la balneazione e vacanze estive. Ed è proprio 350 anni fa, che un galeone di origine spagnola fu scoperto esattamente in un punto non identificato o quasi nell’Oceano Atlantico, che bagna quel pezzo di terra.

Fino a poco tempo fa, la creatura si trovava nell’abisso, fino a quando i ricercatori non ha iniziato a cercare ed estrarre le parti più preziose del relitto.

tesori ritrovati in fondo al mare
Tesori ritrovati in fondo al mare – viaggi.nanopress.it

Durante la spedizione subacquea sono stati scoperti gioielli inestimabili, tra cui spade, collane d’oro, smeraldi e minerali preziosi. Gli oggetti abilmente realizzati che componevano larsenale bellico saranno presto esposti al Museo “Marine” delle Bahamas.

Un naufragio di 350 anni alle Bahamas

La Nuestra Señora de las Maravillas affondò con un carico di oro, argento e gemme sul lato occidentale della Little Bahama Bank nel 1656. Il galeone spagnolo faceva parte di una flotta diretta in Spagna dall’Avana con tesori reali delle Americhe.

I resoconti storici riportano che la nave si è scontrata con l’ammiraglia della flotta e ha colpito una scogliera poco profonda prima di affondare nell’oceano. Delle 650 persone a bordo, solo 45 sono sopravvissute.

Gli archeologi e i subacquei marini delle Bahamas e degli Stati Uniti hanno trovato sparpagliata sul fondo dell’oceano una catena in filigrana d’oro lunga quasi due libbre e sei piedi con motivi a rosetta, è stata sicuramente realizzata per ricchi aristocratici o reali.

In più un ciondolo in oro raffigurante la Croce di Santiago incorniciata da 12 smeraldi ovali verdi, e una pietra di bezoar indiano a forma di capesante, apprezzata in Europa per le sue proprietà curative ed era un simbolo per i viaggiatori del pellegrinaggio religioso di Santiago de Compostela.