Il rimpatrio degli italiani dal Giappone è previsto a caro prezzo, o forse no?

da , il

    Il rimpatrio degli italiani dal Giappone è previsto a caro prezzo, o forse no?

    In Giappone, dopo il terremoto degli scorsi giorni, si trovano ancora molti italiani ed il loro rimpatrio è previsto a caro prezzo, almeno così si dice.

    Non è però chiara la situazione. Ci sono infatti siti web che divulgano notizie riguardanti il fatto che ci siano molti italiani in Giappone che vorrebbero tornare a casa ma che non sono in grado di farlo a causa degli esorbitanti costi del volo Alitalia.

    Si dice che l’Ambasciata abbia richiesto agli italiani in Giappone, attraverso un comunicato, di allontarsi in più presto possibile dalle zone colpite dallo tsunami degli scorsi giorni e da Tokyo. Ma la verità sembra un’altra.

    Qualche sito web afferma che, sotto consiglio dell’Ambasciata italiana, alcune persone si siano rivolte all’Alitalia per acquistare un biglietto aereo per tornare in Italia e che la compagnia aerea abbia proposto una tariffa pari a 10.300 euro a coppia.

    Perciò qualcuno, sempre stando ai racconti del sito web, avrebbe deciso di spostarsi su Osaka (a proprie spese) per trovare un altro prezzo esorbitante, a causa dell’interruzione dei voli da Tokyo.

    Questo è ciò che narra la fantasia dell’autore dell’articolo. La realtà è che la Farnesina ha reso noto che non solo Alitalia prosegue ad operare con piena regolarità con 14 voli alla settimana sul Giappone, concentrati per ragioni tecniche sullo scalo internazionale di Osaka, ma che sia stata anche introdotta la possibilità di acquistare biglietti di sola andata senza prenotazione, usufruendo di una speciale tariffa agevolata istituita per l’occasione. Se sarà necessario verranno inoltre aggiunti nuovi collegamenti.

    Per scrupolo personale sono andata sul sito di Alitalia ed ho fatto una ricerca per un volo di sola andata da Osaka a Roma nella giornata di domani. Ho trovato una tariffa a 2100 euro tasse comprese. Non è certo regalato ma sicuramente molto più abbordabile rispetto a quanto raccontato da qualcuno. Inoltre, per i viaggiatori è una cosa risaputa, conviene prenotare un volo di andata e ritorno senza poi usufruire dell’altro biglietto ma ottenendo una tariffa migliore nel totale.

    Probabilmente la maggior parte di voi preferisce volare con le compagnie low cost rispetto a quella di bandiera ma in questo caso sembra che lo sciacallo non sia Alitalia.