Compagnie low cost vs compagnie di bandiera: cosa scegliere?

da , il

    Compagnie low cost vs compagnie di bandiera: cosa scegliere?

    Compagnie low cost vs compagnie di bandiera. Ogni volta che dobbiamo organizzare un viaggio la prima cosa da fare è ovviamente stabilire la meta che vogliamo raggiungere ma come spesso capita, prenotando viaggi su internet, si finisce per farsi condizionare dal costo del biglietto. Ora mi chiedo: qual’è il modo migliore di viaggiare? Scegliere una compagnia low cost o puntare tutto sulla ‘presunta’ qualità del servizio offerto da una compagnia di bandiera? Ecco qualche mia personalissima opinione.

    Premetto subito con il dire che molto spesso scelgo di viaggiare con compagnie low cost, soprattutto perché i miei viaggi sono molto brevi, tipo 3 o 4 giorni. A differenza di chi si organizza un weekend scegliendo a caso la destinazione migliore, magari una meta low cost, il mio modus operandi è diverso.

    Avendo in mente il periodo in cui andare da qualche parte e soprattutto sapendo già dove recarmi, la mia ricerca del volo è quasi un’abitudine. Ogni mattina, e a volte, più volte al giorno, imposto il mio motore di ricerca per trovare un volo a prezzi contenuti e non appena trovo l’offerta che più si addice alle mie tasche, voilà, si parte con la prenotazione.

    Mi è capitato però di dover acquistare un biglietto aereo proprio qualche giorno prima della partenza, e di offerte clamorose nemmeno l’ombra. Volo diretto? Nemmeno a parlarne. E così ecco avvenire il mio primo incontro con Alitalia. Abituata a spendere davvero poco con compagnie low cost tipo Ryanair, il prezzo del biglietto della compagnia italiana di bandiera mi ha disturbata un attimino, venendomi a costare 200 € solo andata con relativo scalo nell’aeroporto romano di Fiumicino.

    Ma ci sono passata su, era pur sempre un’occasione per viaggiare con altre compagnie aeree, per di più una totalmente made in Italy.

    Mi reco in aeroporto e dopo esser passata sotto il metal detector mi avvio verso il gate. Ti aspetti di sicuro che Alitalia sia impeccabile e seria, ma guarda caso il mio aereo sarebbe dovuto decollare alle 15 e a quello stesso orario non era aperto nemmeno il gate e le operazioni di controllo dovevano ancora cominciare. Qualcuno potrebbe obiettare che il problema sia l’aeroporto di partenza, quello di Bari, che potrebbe peccare di notevoli ritardi. Ma la cosa più bella è stata a Fiumicino, quando il mio aereo per Genova sarebbe dovuto partire alle 17.45 e invece siamo rimasti fermi sulla pista per circa… 30 minuti, e persino in coda! Prima del nostro veivolo, ce n’erano solo 10 avanti, e tutti in partenza dalla stessa pista.

    Pensate che il comandante o qualche hostess Alitalia si sia prodigato a dare qualche tipo di spiegazione? Assolutamente no, e la gente a bordo non faceva che borbttare. Certo, Alitalia offre la comodità, sedili larghi e puliti, snack e bevande gratuite, ma alla fine quello che conta è il viaggio nel complesso. Il mio voto? 6, mi aspettavo molto molto di più.

    Viaggio di ritorno targato Ryanair. Apertura del gate puntuale, operazioni di salita a bordo velocissime, pronti, partenza e via, si decolla… in orario. Soliti annunci e solite vendite a bordo, e davvero tra un gratta e vinci di qui e un portachiavi con l’aereo della Ryanair dall’altro, è arrivato ben presto il momento di atterrare, niente di meno che… con 20 minuti di anticipo! Mai vista una cosa simile!

    Avendo viaggiato con una low cost e una compagnia di bandiera, ecco cosa ho potuto considerare.

    Alitalia mi ha offerto una partenza in ritardo, una grave mancanza di comunicazione, snack e bevande gratis certo, un bagaglio a mano da 8 kg, buona comodità in volo ma arrivo in ritardo.

    Di contro con la Ryanair sono partita in orario, c’era la presenza fissa dell’equipaggio, le comunicazioni erano istantanee, cibi e gadgets a pagamento, bagaglio a mano da 10 kg, una discreta comodità in volo e sono arrivata persino in anticipo.

    Mettendo a confronto entrambe, io rimango sempre con le low cost, ma questa è una scelta molto personale. Di sicuro ho trovato, come dire, più professionalità in una compagnia aerea chiacchierata e osteggiata fin troppo come la Ryanair, ma sono rimasta davvero delusa dall’Alitalia. Per quello che paghi ti aspetti anche un servizio migliore, o no?