I posti più belli del mondo tra Croazia, Tanzania e India

da , il

    Scegliere tra i posti più belli del mondo, con tutte le meraviglie che il nostro pianeta ci riserva, può risultare un’impresa assai ardua: noi ci abbiamo provato, e oggi vi porteremo in uno spettacolare viaggio che toccherà i cinque continenti per ammirare paesaggi mozzafiato, maestosi palazzi, laghi incantati, valli senza tempo e tanto altro ancora. Se volete che il vostro prossimo viaggio abbia come meta un luogo magico, dalla bellezza fuori dal comune, di quelli che non si dimenticano e che suscitano emozioni uniche in coloro che hanno la fortuna di poterli ammirare, qui troverete bellissime idee tra cui scegliere. Cominciamo allora con le destinazioni più vicine a noi, poiché la nostra Europa ci riserva sorprese davvero uniche e inaspettate.

    Cliffs of Moher, Irlanda

    The-Cliffs-of-Moher

    In Irlanda si trovano le Cliffs of Moher, le scogliere più famose del mondo: il loro nome in gaelico significa “scogliere della rovina”, e osservandole anche solo da lontano non è difficile intuire il motivo di questo nome così macabro; si tratta infatti di imponenti e maestose scogliere a picco sul mare che arrivano a raggiungere in alcuni punti i 214 metri di altezza, e camminare sopra le rocce a strapiombo è un’emozione fortissima e davvero irripetibile, da provare assolutamente durante un viaggio nella verdissima Irlanda. Oltre al percorso turistico che solitamente si segue quando si visitano le Cliffs of Moher, è possibile anche percorrere un altro sentiero che conduce fino a Hang’s Head, un punto strategico per ammirare le scogliere da lontano.

    Laghi di Plitvice, Croazia

    laghi-di-plitvice

    I sedici Laghi di Plitvice, situati nell’omonimo parco nazionale della Croazia, sono un luogo incantato dove la natura regna sovrana: in questo meraviglioso ecosistema si possono ammirare laghi uniti tra loro da cascate e corsi d’acqua e una flora verdissima che li circonda, abitata da orsi bruni, lupi, caprioli e ben 321 specie di farfalle e 157 specie di uccelli. Oltre ai laghi, che per la loro bellezza sono stati dichiarati Patrimonio dell’Umanità UNESCO, si possono scorgere anche numerose grotte, di cui la maggior parte tuttavia non agibili, e il complesso montuoso di Lička Plješivica, nel cuore del quale sorge proprio il Parco Nazionale dei Laghi di Plitvice.

    Göreme, Turchia

    Goreme

    Il paesino di Göreme si trova nella regione della Cappadocia, in Turchia, ed è molto famoso per il contesto naturalistico in cui è inserito: le sue antiche case sono infatti scavate in formazioni rocciose di tufo calcareo denominate camini delle fate, e il paesaggio che questo ambiente regala è così affascinante che il Parco Nazionale di Göreme è stato inserito nei siti Patrimonio dell’Umanità UNESCO nel 1985. Molte delle case scavate nella roccia sono state trasformate in alberghi, così che si può anche provare l’esperienza di pernottare in questi ambienti così magici e suggestivi, dalle cui terrazze si gode di un panorama davvero unico e spettacolare.

    Cratere di Ngorongoro, Tanzania

    Ngorongoro

    Il Cratere di Ngorongoro è un imperdibile spettacolo naturale situato tra il Lago Manyara e il Serengeti, in Tanzania, dove si possono ammirare la natura selvaggia e la fauna selvatica oltre ad incontrare i Masai, gli abitanti della Riserva Naturale di Ngorongoro. Il cratere è la caldera vulcanica intatta più grande del mondo con la sua superficie di circa 265 chilometri quadrati e qui, a 2.200 metri sul livello del mare, vivono solo animali selvatici; questo è un luogo magico e suggestivo che grazie alla sua bellezza colpisce al cuore i fortunati visitatori, che qui possono scoprire anche i due crateri minori di Empakaai e Olmoti e le Gole dell’Olduvai, importantissimo sito archeologico.

    Huntington Beach, Stati Uniti d’America

    huntington-beach-pier

    Huntington Beach è la città della California con le spiagge più grandi di tutta la west coast degli Stati Uniti, e proprio grazie a questa caratteristica è una meta imperdibile sia per gli amanti delle sterminate spiagge californiane che per gli amanti del surf; infatti proprio qui si tengono ogni anno i campionati mondiali di surf, e proprio per il forte legate tra questo sport e la città Huntington beach è anche chiamata Surf City. Qui si può godere di una spettacolare vista sulla spiaggia e sul mare dal molo, l’Huntington Beach Pier, camminare chilometri e chilometri sulla sabbia dorata dell’Huntington Beach State Park godendosi il tramonto e correre insieme ai propri amici a quattro zampe nella Huntington Dog Beach.

    Kyaiktiyo Golden Rock, Birmania

    kyaikhtiyo golden rock

    La Pagoda di Kyaiktiyo, nota anche con il nome di Kyaiktiyo Golden Rock, è un importante meta di pellegrinaggio buddhista della Birmania situata nello stato di Mon, vicino alla città di Kyaikto; la sua particolarità è, come dice anche il nome stesso, proprio quella di sorgere su un imponente roccia granitica che è stata successivamente ricoperta da molti strati di foglie d’oro. La roccia stessa poggia in precario equilibrio su un’altra sporgenza, sulla vetta del monte Kyaiktiyo, a strapiombo su un panorama davvero mozzafiato: la leggenda vuole che la roccia poggi su una ciocca di capelli di Buddha, che la donò ad un eremita durante uno dei suoi viaggi. Unendo la sacralità del luogo ai pellegrinaggi buddhisti e alla maestosità del paesaggio, questa pagoda dorata rientra di diritto tra i posti più belli del mondo.

    Parco Nazionale della Valle di Jiuzhaigou, Cina

    jiuzhaugou valley

    Rimarrete incantati dalla natura e dai colori del Parco Nazionale della Valle di Jiuzhaigou, sito Patrimonio dell’Umanità UNESCO situato nella Cina sud-occidentale: questo ambiente naturale unico e spettacolare è caratterizzato da una folta vegetazione che incornicia laghi dai colori accesi e cangianti, cascate, ruscelli e corsi d’acqua; qui inoltre vivono numerose specie di flora e fauna in via d’estinzione, come ad esempio il panda e la scimmia dal naso camuso. Tra i laghi più belli della valle ricordiamo la Piscina dei cinque colori, il Lago Panda e il Lago dei cinque fiori. Un’altra caratteristica del parco è la presenza di nove villaggi tibetani, dove i turisti possono entrare in contatto con la cultura e le usanze degli abitanti locali.

    Jaisalmer, India

    jaisalmer

    Nel Rajastan, in India, ai confini dell’arido Deserto di Thar si trova la spettacolare città di Jaisalmer, soprannominata la “città d’oro” per il colore che i suoi edifici assumono quando vengono illuminati dalla luce del tramonto. E proprio i suoi edifici sono l’attrattiva più bella e più importante, poichè si sono conservati pressochè intatti dai tempi in cui la città sorse, nel periodo di maggior splendore del Rajastan: qui troviamo case, templi giainisti risalenti al periodo compreso tra il XII ed il XV secolo e haveli, meravigliosi edifici in pietra arenaria finemente decorati, che furono commissionati dai ricchi mercanti che un tempo vivevano a Jaisalmer.

    Palazzo del Potala, Tibet

    Potala-Palace

    L’ultimo sito asiatico che rientra di diritto tra i posti più belli del mondo è senza dubbio il Palazzo del Potala di Lhasa, in Tibet, che come molti altri luoghi che abbiamo menzionato precedentemente fa parte del Patrimonio dell’Umanità UNESCO: stiamo parlando di un edificio che fu niente meno che la residenza ufficiale del Dalai Lama fino al 1959, composto principalmente dal Palazzo Rosso, dove si trovano le stenze dedicate allo studio e alla preghiera, e dal Palazzo Bianco, dove invece risiedeva il Dalai Lama. Il maestoso Palazzo del Potala è situato sulla cima del Monte Potala, da cui prende il nome, e nonostante raggiungerlo comporti molta fatica a causa dei numerosi scalini e dalla scarsità di ossigeno dovuta all’altitudine, ma lo splendore dal palazzo e il panorama che si può ammirare dalla cima valgono lo sforzo.

    Uluru, Australia

    uluru

    L’ultimo continente che mancava nel nostro giro tra i posti più belli del mondo è l’Oceania, e qui il luogo più spettacolare e mistico è senz’altro Uluru (o Ayers Rock), il monolite all’interno del Parco nazionale Uluru-Kata Tjuta, in Australia: questo luogo così affascinante è situato nel Territorio del Nord, ed il monolite è un luogo sacro agli aborigeni australiani, ai quali il luogo è stato formalmente restituito dal governo australiano nel 1985. Trovarsi in questo luogo selvaggio, magico e senza tempo è un’esperienza irripetibile e da provare almeno una volta nella vita, tanto che è una delle destinazioni immancabili durante un tour dell’Australia, che tocca anche Sydney, la Grande Barriera Corallina e numerosi parchi naturali.