Giornata del Trekking Urbano 2011: il 31 ottobre per i 150 anni d’Italia

da , il

    Giornata del Trekking Urbano 2011: il 31 ottobre per i 150 anni d’Italia

    La Giornata del Trekking Urbano 2011 si propone di andare alla scoperta dei luoghi del Risorgimento e dei suoi monumenti. Lunedì 31 ottobre, infatti, in molte città si festeggeranno i 150 anni dell’Unità d’Italia in maniera un po’ insolita, ripercorrendo le orme degli eroi che hanno fatto la storia del nostro paese.

    La manifestazione è nata a Siena, che propone addirittura un percorso a misura di bambino, ma si è ormai diffusa in tutta Italia. Sono ben 31 le città coinvolte, da Bologna a Genova, da Perugia a Trento, arrivando fino a Palermo e Catania: un appuntamento imperdibile per gli amanti dello sport, dell’arte e della storia. Ma ora andiamo a scoprire i percorsi più interessanti.

    Partiamo proprio da Siena, la capofila del trekking urbano. Nella città toscana sarà possibile vedere molti luoghi legati al Risorgimento, dalla sede dell’albergo dell’Aquila Nera, dove Garibaldi pronunciò la celebre frase “O Roma all’Italia o l’Italia a Roma”, alla casa di Baldovina Vestri, amica di Teresa Garibaldi e accesa garibaldina. Inoltre, come già accenato, ci sarà un percorso che coinvolge solo i bambini, con un Milky Bar che offrirà latte e biscotti.

    A Bologna l’evento durerà tre giorni (da sabato 29 a lunedì 31 ottobre) per scoprire l’Esposizione Universale del 1888: l’itinerario prevede la partenza da Porta Galliera, l’epicentro delle lotte bolognesi per la libertà, per arrivare in piazza Carducci al Museo Civico del Risorgimento, passeggiando per tutto il centro storico della città.

    Anche a Perugia la manifestazione durerà un giorno in più (da domenica 30 a lunedì 31 ottobre) e le partenze alla scoperta degli eroi locali (Guardabassi, Danzetta, Ansidei, Faina, Brunamonti e Lupattelli) partiranno dalla Rocca Paolina, l’antico simbolo dell’oppressione pontificia.

    Il trekking urbano di Genova invece sarà concentrato sulle antiche sorgenti d’acqua, ossia l’Acquedotto che si trova sulle colline dell’entroterra. Sono stati studiati due percorsi: uno più storico che si snoda nel centro cittadino, tra i Truogoli di Santa Brigida e via San Bartolomeo degli Armeni, e l’altro più naturalistico che parte dalla Commenda, passa per l’Abbazia di San Siro fino ad arrivare a Largo Boccardo.

    A Catania sarà possibile visitare l’Archivio Storico Comunale, a Treviso si visiteranno i luoghi dove si riunivano i carbonari e a Trento si scopriranno alcuni dei masi più prestigiosi della regione, come il Maso Saracini e il Maso Villa Warth. Per conoscere tutti i percosi delle 31 città coinvolte nell’iniziativa consigliamo di consultare il sito del trekking urbano.