Festival della Tomatina 2010: a Valencia la guerra del pomodoro

da , il

    In Spagna il borgo di Buñol, nella provincia di Valencia, si infiamma per sessanta minuti con cento tonnellate di pomodori in una battaglia all’ultimo, gustosissimo, sangue: il Festival della Tomatina.

    Tra i dieci festival più strani in giro per il mondo occupa certamente un posto di primo piano la celebre Tomatina, un appuntamento imperdibile per chi non ha paura di sottrarsi alle lotte all’ultimo sangue.

    I dintorni dell’avveniristica Valencia si tingono infatti del sugoso colore che più di ogni altro appare capace di evocare la passione, il divertimento dell’estate e la furoreggiante allegria propria del popolo spagnolo.

    L’antico e affascinante borgo di Buñol accoglie una delle battaglie più note e scatenata: il 25 agosto il piccolo borgo della Comunitat Valenciana si trasforma con l’acceso festival della Tomatina, che per sessanta minuti rivoluziona spazi e animi con qualcosa come cento tonnellate di pomodori.

    Né vincitori, né vinti ma soltanto divertimento per migliaia di persone, provenienti da ogni parte del mondo, che puntualmente si ritrovano a Buñol l’ultimo mercoledì del mese agosto.

    L’origine della Tomatina sembra derivare da una battaglia improvvisata tra ragazzi provenienti da due differenti quartieri della città: ancora oggi come è tradizione è il primo colpo di pistola a dare inizio alla bataglia al grido di ‘Tomate! Tomate!’

    Se le macchie vi spaventano, sappiate che grazie al licopene il pomodoro è un ottimo toccasana per la pelle. Nell’attesa di partecipare alla prossima edizione, ecco le foto della Tomatina dell’estate 2010.