Fenicotteri rosa a Milano, come trovarli

fenicotteri rosa
fenicotteri rosa

Tutto ci si aspetta di trovare in una città come Milano ma sicuramente non uno stormo di fenicotteri rosa! Nell’immaginario collettivo la città meneghina è famosa per i suo negozi alla moda, per l’eccellenza dei suoi locali, per la Madunina, per la nebbia (!) e per tante altre cose ma non sicuramente per i suoi spazi verdi (che comunque non mancano) né tantomeno per la possibilità di poter ammirare, in pieno centro, uno stormo di fenicotteri rosa che si aggira serenamente nel giardino di una villa.
Ed invece, a Milano non ci facciamo mancare nemmeno questo vezzo!

Proprio a due passi dal cuore pulsante di Milano, lasciandosi alle spalle i negozi ed il caos di una città che non si ferma mai è possibile trovare un’oasi di pace e silenzio in cui avrete la sensazione di essere lontani anni luce dalla chiassosa e frenetica Milano.
Raggiungere questo angolo neanche troppo nascosto ma sicuramente non troppo ai più è molto semplice. Basta prendere la metro e scendere alla fermata Palestro (linea rossa), attraversare il grande arco che si affaccia su corso Venezia e percorrere via Salvini fino in piazzetta Duse: benvenuti nel Quadrilatero del Silenzio, uno dei luoghi più belli di Milano (a parer mio).

Probabilmente Lewis Carroll non si è recato qui per trovare ispirazione per il suo capolavoro, ma non si può non menzionare il Paese delle Meraviglie di Alice parlando di questo angolo di Milano: non sarà popolato di conigli con l’orologio, brucaliffi e cappellai magici ma rappresenta sicuramente un piccolo mondo incantato nel cuore di una città che non si ferma mai. I palazzi che sorgono in questa zona scatenano inevitabilmente la fantasia e spesso richiamano al fantastico mondo delle favole. E poi, non dimentichiamoci del pezzo forte… i fenicotteri rosa!

Scordatevi di essere a Milano e godetevi l’atmosfera incantata di questo luogo: ammirate le splendide facciate dei palazzi, sbirciate all’interno dei portoni e fantasticate sulla gente che può abitare da queste parti (saranno comuni mortali?).

Particolarmente degni di nota sono Palazzo Fidia, in via Melengrari, definito da alcuni il primo grattacielo della città e set prescelto da Michelangelo Antonioni per girarvi il suo primo cortometraggio Cronaca di un amore e Palazzo Berri Meregalli, in via Vivaio, talmente strano da sembrare uscito da un film di animazione della Disney. Non perdeteveli assolutamente!

Non distante da qui avrete inoltre la possibilità di fare un Dialogo nel Buio all’Istituto dei Ciechi, al numero 7 di via Vivaio.

Ma il pezzo forte del Quadrilatero del Silenzio lo potete ammirare al numero 9 di via dei Cappuccini: se sbirciate dalla cancellata vedrete uno stormo di fenicotteri rosa che si aggira in tutta tranquillità nel parco della villa (più che una villa sembra una reggia). E qui un pensiero ad Alice ed alla partita di cricket con la Regina non possiamo non farlo!
Per un attimo sembrerà di essere davvero in un Paese delle Meraviglie e non nella città grigia e rumorosa che abbiamo lasciato alle nostre spalle attraversando l’arco di corso Venezia.

Bhè, che dire? Milano è una città che sa come stupire! 🙂