Diciassettesima tappa Giro d’Italia 2011: da Feltre a Tirano

da , il

    Il Trentino-Alto-Adige e il Veneto sono percorsi in bicicletta dai corridori del 94° Giro d’Italia, anche in questa diciassettesima tappa: stavolta partono da Feltre, in provincia di Belluno, e arrivano a Tirano, in provincia di Sondrio.

    Continua il percorso di alta montagna, che, dopo la cronoscalata al Nevegal, prosegue per km230 sempre sulle Dolomiti, stavolta tra Trentino e Veneto.

    La partenza sarà da Feltre, dove si trovano ancora testimonianze della grandissima influenza che la Serenissima ha avuto su questa zona, come il Palazzo della Ragione e altri edifici rinascimentali.

    Borgo Valsugana, già in Trentino, è particolare per la presenza di opere d’arte all’aria aperta: qui, infatti, gli artigiani e gli artisti creano opere utilizzando solamente ciò che la natura mette loro a disposizione e, dopo più di 30 anni, si può dire che il paese sia diventato un vero e proprio museo en plein air.

    Proseguendo la corsa, i corridori passano in terre famose per i vini: dal Mueller Thurgau allo Chardonnay, Dal Pinot nero al Nosiola, qui di certo non manca da bere.

    Trento, Lavis e San Michele all’Adige sono luoghi ideali per una vacanza enogastronomica!

    Presso il monte Adamello si trova poi Ponte di Legno, località che gode di una splendida posizione e dove si può praticare anche sci estivo.

    Giunti a Tirano, la tappa si conclude tra i resti delle mura di Ludovico il Moro e i palazzi del borgo medievale. Prodotto tipico di questo piccolo centro al confine con la Svizzera è il bitto, formaggio di latte vaccino e caprino che si conserva anche per 10 anni grazie alla periodica ungitura con olio d’oliva.