Dal Base Jumping ai tuffi: viaggi d’avventura ad alto brivido

da , il

    Vi piace il brivido dell’avventura? Tra i viaggi d’avventura più belli, ad alto tasso adrenalinico, ecco le idee di alcuni pazzi viaggiatori. Vediamo insieme cosa hanno inventato questi coraggiosi per una vacanza davvero pulp.

    Moltissime sono le mete in giro per il mondo dove vivere un viaggio che riesca a fondere voi e la natura più incontaminata, in un’esperienza talvolta davvero pericolosa ma che gli appassionati ricorderanno per sempre.

    Dal Brasile alla Svizzera, ecco le trovate di alcuni viaggiatori che proprio non posso fare a meno di mettere un po’ di pepe nelle loro vacanze lanciandosi tra sport estremi e meravigliose perle di paesi sconosciuti.

    Il paracadutista austriaco Felix Baumgartner si è lanciato dall’altezza di 30 metri dalla celebre statua del Cristo di Rio de Janeiro, segnando un record: nessuno aveva mai pensato di utilizzare a tali scopi il simbolo della città brasiliana.

    Nel Base Jumping, che in molti paesi è illegali, i paracadutisti si lanciano da luoghi della città come antenne, ponti, grattacieli e il paracadute si apre all’ultimissimo momento dopo attimi di puro terrore adrenalinico.

    Igor Mitrofanov si è lanciato dalla Torre di Kuala Lumpur Tower in Malesia e proprio a Kuala Lumpur nel 2007 un intero gruppo di appassionati si sono lanciati nel vuoto per il 50esimo anniversario dell’indipendenza del paese.

    Impossibile non nominare tra i viaggi di avventura più pericolosi la corsa dei Tori a Pamplona per San Firmino, dove i tori si lanciano per la città in una folle carica dove qualche malcapitato ogni anno rischia di finire decisamente malconcio.

    Pareti di ghiaccio da scalare in Svizzera a Pontesina, tuffi da cascate tropicali dove l’altezza confonde la vista ma non il coraggio, base jumping: la vertigine di una vacanza d’avventura che da sport estremo diventa viaggio esistenziale.