Cosa vedere in Cina: le città più belle da visitare

#DEVA_ALT_TEXT#Vista su Pechino

[didascalia fornitore=”altro”]Foto Shutterstock | ESB Professional[/didascalia]

Un viaggio in Cina è senza dubbio un’esperienza da fare almeno una volta nella vita. La Cina è un Paese dotato di una storia millenaria, di paesaggi meravigliosi e di una cultura, anche gastronomica, sconfinata. In Cina potremo perderci in atmosfere fiabesche così come in città futuristiche, vivendo un’esperienza senza confronti. In un viaggio solo, però, difficilmente riusciremo a vedere tutto quello che questo gigantesco Paese ha da offrire, e scegliere cosa vedere in Cina può essere molto complicato. Le città che meritano una visita sono molte, ma vogliamo consigliare in particolare le tre città cinesi assolutamente da non perdere.

Pechino

Il nostro viaggio non può che partire da Pechino, in cinese Beijing, storica capitale della Cina. Pechino viene scelta da molti come prima tappa, essendo la città meglio collegata sia con l’estero che con le altre città cinesi. Questa città, capitale da oltre 700 anni, offre un’incredibile fusione tra antico e moderno che la rende un luogo unico al Mondo. In particolare, a Pechino troviamo alcune tra le più importanti opere appartenenti al maestoso Impero Cinese.

Ad esempio potremo ammirare, e percorrere, la Grande Muraglia Cinese, che si staglia tra le colline circostanti. Oppure possiamo ammirare la Città Proibita, il più grande complesso di edifici imperiali in assoluto, il Tempio del Cielo o il Palazzo d’Estate. Non mancano anche luoghi simbolo della storia più recente della Cina come piazza Tienanmen o il Mausoleo di Mao Tse Tung. Infine, non potrà assolutamente mancare l’assaggio della famosa anatra alla pechinese, piatto simbolo della città. Insomma, una tappa a Pechino è assolutamente d’obbligo quando si viaggia in Cina.

[galleria id=”7129″]

Situata al centro di Pechino, la Città Proibita, il più grande complesso di edifici imperiali in assoluto, è stata la residenza imperiale delle dinastie Ming e Qing. Costruita tra il 1406 e il 1420, la Città Proibita, costituita da 980 edifici per una superficie totale di 720.000 metri quadrati, è il maggior esempio di architettura tradizionale cinese, oltre che il più grande palazzo del mondo.

Altra meraviglia della capitale cinese, il Palazzo d’Estate è un parco di Pechino esteso su una superficie di 2,9 chilometri quadrati e dominato dalla cosiddetta Collina della Longevità e dal Lago Kunming. Costruito a partire dal 1750, il Palazzo venne ricostruito per ben due volte a seguito di altrettanti attacchi subiti: nel 1886, a seguito dell’invasione anglo-francese del 1860, e nel 1902 dopo l’attacco subito durante la rivolta dei Boxer del 1900.

Chengdu

Un’altra tappa immancabile, soprattutto per gli amanti degli animali, è sicuramente Chengdu, capitale della provincia di Sichuan. Questa infatti è la patria del famoso panda gigante ed è il posto giusto per vederlo da vicino. I meravigliosi panda sono ammirabili in semi-libertà in diverse riserve naturali ed è anche possibile partecipare a progetti di volontariato per salvaguardare questa specie purtroppo a rischio di estinzione.

I panda non sono però l’unico motivo per cui andare a Chengdu. Si tratta infatti di una città ricchissima di cultura e patria di molti antichi poeti cinesi. Le principali attrazioni sono: il Museo delle Rovine Sanxingdui, il Palazzo Qingyang, il Monte Qingcheng e il Buddha Gigante di Leshan. Inoltre, la città è famosa per l’antichissimo spettacolo teatrale delle “Facce Cangianti”, da ammirare all’Opera tradizionale di Chengdu. Infine, non potremo non apprezzare la caratteristica, e molto piccante, cucina del Sichuan, i cui piatti principali sono la Hot Pot e il pollo kung pao.

Xi’an

L’ultima città da vedere a tutti in costi in Cina non può che essere Xi’an. Questa città è stata la prima capitale dell’Impero Cinese, dal 221 a.C., e ha continuato ad acquisire importanza fino quasi all’anno 1000 d.C.. Per questo Xi’an rappresenta una sorta di “finestra” sull’antica civiltà cinese, che continua a vivere tra le mura di questa importantissima città.

Xi’an è il punto di partenza della famosissima Via della Seta e ospita una delle testimonianze più importanti e famose della Cina imperiale: l’Esercito di Terracotta. Si tratta di un esercito del III secolo a.C. composto da più di 8.000 statue di terracotta a grandezza naturale, comprese di cavalli e carrozze. Uno spettacolo assolutamente da non perdere.