Cosa fare a Firenze a Natale 2011: tra eventi e tradizione

da , il

    Trascorrere queste feste vivendo gli eventi di Natale a Firenze è un modo molto semplice per rispettare la tradizione aggiungendo ad essa un pizzico di novità. Il mese di dicembre continua ad essere quello più atteso dell’anno sia dai grandi che dai piccini. Peccato però che una volta arrivato, voli via in fretta. Trascorrendo le vacanze natalizie a Firenze, è possibile provare a rallentare un po’ il tempo dando ad ogni minuto che passa il giusto valore. Se a Natale preferite l’aria di casa a quella esotica, un pomeriggio sulla pista di pattinaggio ad uno sulla spiaggia, Firenze è la città che fa per voi. Qui di seguito riporteremo gli eventi più importanti per deliziare di semplicità e bellezza il vostro Natale.

    Un giro per i mercatini

    I festeggiamenti natalizi iniziano la mattina della vigilia di Natale. Per chi tra voi si troverà a Firenze è obbligatoria una tappa alla Basilica di Santa Croce. Ammirarla in questo periodo dell’anno è ancor di più una delizia per i nostri occhi in quanto grazie alle mille luminarie cambia del tutto colore. Ma a dare colore alla Basilica sono i mercatini di Natale ubicati nell’omonima piazza. Santa Croce è famosa per l’importante mercatino tedesco, che apre alle dieci del mattino e chiude alle venti di sera. Ma quello tedesco non è l’unico: altri importanti mercatini sono ubicati in via delle Cascine, alla Badia Fiesolana e in piazza Santo Spirito. Non si vendono solo oggetti: in alcuni stand i proprietari organizzano ogni giorno anche dei divertenti teatrino per bambini. Un gran bel modo per trascorrere un pomeriggio con i più piccoli. Ma non tutto è a fine commerciale: il mercatino in piazza San Lorenzo vende solo oggetti equo solidali, mentre invece in Via Ginori per tutto il periodo natalizio è possibile trovare un negozio Emergency: per non dimenticare che il periodo natalizio deve essere soprattutto un periodo di solidarietà.

    Saziare lo stomaco, deliziare l’animo

    Prima di metterci a tavola per il famoso e imperdibile cenone della Vigilia, precisamente alle ore 17, il maestro d’orchestra Herald Vincent Johnson Jr. ci invita a prendere parte a un incredibile concerto di Natale da lui diretto: al teatro Verdi si esibiscono i “The Sue Conway Victory Singers” in un incredibile concerto Gospel. Nessun modo migliore di questo per iniziare con lo spirito giusto una lunga ed abbondante cena!

    Un pranzo natalizio caratterizzato dai prodotti tipici fiorentini

    Si sa che il periodo Natalizio non è di certo indicato per iniziare una dieta ferrea. Se volete però trascorrere un pranzo di Natale non solo ricco di piatti, ma soprattutto ricco di qualità e genuinità c’è solo un posto dove andare a mangiare: all’Hostaria Bibendum. Il menu del Brunch di Natale all’Hostaria è davvero difficile da dimenticare. Non mangerete infatti solo i tipici piatti natalizi, ma soprattutto i piatti fiorentini che più si adattano al periodo. Ovviamente il capoluogo fiorentino pullula di ristoranti e locali adatti a tutte le tasche. E’ possibile mangiare low cost in tutta Firenze: moltissimi altri posti oltre l’Hostaria vi faranno sentire come convitati al banchetto di un re, soprattutto in giorni di festa come questo. A richiesta, se volete, lo chef di qualsiasi di questi ristoranti preparerà per voi la famosa bistecca fiorentina, nonostante non sia prevista nei menu natalizi.

    Divertirsi passeggiando e pattinando

    Niente paura però: il vostro peso forma è al sicuro. Dopo aver trascorso un’intera giornata intorno alla tavola c’è solo un modo per smaltire qualche caloria in modo divertente: fare una capatina al Palaghiaccio allestito al Praterre. Pattinare sul ghiaccio è un’arte di pochi, ma un divertimento per molti. Nonostante siano giorni festivi, la pista resta aperta per la gioia di grandi e piccini.

    Se invece vi sentite troppo appesantiti, potete optare per una passeggiata su Ponte Vecchio: l’Arno illuminato dalle luci di Natale è uno spettacolo da non perdere..

    Santo Stefano all’insegna dell’arte

    La giornata del 26 invece può essere utilizzata per fare un tuffo nell’arte: Firenze d’altronde racchiude opere considerate dall’UNESCO patrimoni universali dell’umanità. Nonostante il 26 sia rosso sul calendario, la Galleria degli Uffizi e la Galleria dell’Accademia saranno aperte per tutta la giornata di Santo Stefano.

    Agli Uffizi in questo periodo sono state allestite tre mostre davvero incredibili: una sulle origini della pittura fiorentina, una su Dante e un’altra su Giorgio Vasari.

    Se il vostro soggiorno si prolunga per qualche altro giorno ancora, non vi affrettate: grazie ai Martedì in Arte indetti dai musei della città, il 27 potrete visitare gratuitamente dalle 19 alle 23: la Galleria degli Uffizi, la Galleria dell’Accademia, Il Museo del Bargello, le Cappelle Medicee, il Museo di San Marco, il Museo di Palazzo Davanzati, la Galleria d’arte Moderna e la Galleria Palatina.

    Firenze aspetta solo voi con la sua arte e la sua buona cucina. Cosa aspettate a partire?