Come non rovinarsi la vacanza, alcuni consigli

da , il

    Come non rovinarsi la vacanza, alcuni consigli

    La vacanza perfetta esiste? Non lo sappiamo, ma di certo esistono alcuni accorgimenti per non rovinarsi la vacanza. Durante il periodo di fine anno sono molti quelli che viaggiano e che trascorrono le feste fuori dall’Italia, e ci saranno anche tante persone che sceglieranno un viaggio come regalo di Natale e partiranno magari nei prossimi mesi. Ecco 10 consigli per partire sereni ed evitare di incappare in una “brutta” vacanza. In realtà la guida è sempre attuale visto che si tratta di consigli sempre buoni da tenere a mente.

    Prima di decidere dove andare, conviene sempre informarsi sulla località e cercare le mappe della città: magari il turista alla prime armi non sa che ci sono alcuni posti splendidi, ma che possono essere fuori stagione, oppure che un hotel può essere bellissimo, ma lontano da tutte le attrazioni turistiche.

    In secondo luogo bisogna sempre leggere attentamente tutte le clausole presso l’agenzia di viaggi o il sito internet che publicizza la vacanza. Infine, in caso di dubbio, conviene sempre privilegiare i grandi tour operator o le grandi catene alberghiere: se proprio volete affittare una pensioncina a una stella, abbiate almeno l’accortezza di cercare su Internet notizie e recensioni da parte di chi ci è già stato. Sfruttare le nuove tecnologie per consigli di viaggio è una delle tante possibilità che ci offre Internet, insieme a tanti siti specializzati come Edreams, Expedia, Wikitravel e tanti altri.

    Ma ora andiamo a scoprire i 10 consigli per smascherare gli imbrogli e non rovinarsi le vacanze. Perchè i viaggiatori devono essere spensierati e partire con il cuore leggero.

    Pacchetto all inclusive: sarà vero?

    Hotel all inclusive

    I pacchetti all inclusive, come dice il nome stesso, prevedono che tutto sia incluso: nell’immaginario collettivo sono sinonimo di pasti e bevande a volontà, oltre a volo, pernottamento e divertimento assicurato!

    Sicuramente rimangono una buona soluzione per rimanere nei preventivi, ma possono essere molto diversi tra di loro. Se alcuni sono veri all inclusive, altri possono essere in versione “light”, cosa che si traduce con spese aggiuntive come bevande, spostamenti, escursioni, ecc. Alcuni pacchetti, poi, omettono che la maggior parte dei bar e dei ristoranti all’interno del villaggio sono da pagare come extra. Conviene, quindi, sempre informarsi bene presso l’agenzia o il sito internet dove si compra l’offerta.

    Hotel bellissimi in zone pericolose

    Camera di hotel

    Mai fidarsi delle brochure e dei cataloghi: molti hotel sembrano bellissimi, ma le foto non sempre rispecchiano la realtà e magari si trovano anche in zone pericolose e lontane dal centro.

    Per non correre rischi, conviene sempre privilegiare tour operator conosciuti (Alpitour, Valtur, ecc) e grandi catene alberghiere (Holiday Inn, Mercure, Westin, ecc): di solito gli standard sono medio-alti, il che assicura di non avere cattive sorprese. La cosa migliore da fare è investigare consultando le guide di viaggio o le community di viaggio, come Tripadvisor, per leggere commenti e recensioni.

    Agenzie di viaggio poco raccomandabili

    Agenzia viaggi

    A volte le agenzie di viaggio non sono proprio raccomandabili e c’è molta diffidenza soprattutto nei confronti di quelle on-line: se andiamo nell’agenzia di viaggio sotto casa, almeno sappiamo a chi rivolgersi in caso di problemi.

    Bisogna sempre accertarsi che le agenzie on-line abbiano un numero di iscrizione dell’impresa, la partita IVA o il codice fiscale. Meglio ancora se sono associate a organizzazioni come la FIAVET (Federazione delle Associazioni Imprese di Viaggio e Turismo) o l’ASTOI (Associazione Tour Operator Italiani). Infine, verificare se c’è la possibilità di poter contattare un servizio Clienti in caso di necessità.

    Località splendide ma fuori stagione

    Località fuori stagione

    Molte promozioni, per fortuna, non nascondono inganni o imbrogli, ma alcuni soggiorni possono celare dei fastidi: magari la località è splendida, ma è completamente fuori stagione. Quindi vi ritroverete la neve al mare o la pioggia ai Caraibi. Non bisogna dimenticare che le stagioni sono al contrario nell’emisfero sud e che alcuni paesi sono soggetti, in determinati periodi dell’anno, a monsoni, piogge, cicloni, ecc. Informarsi sempre prima di partire sulle temperature e sul clima: i siti internet e le guide di viaggio saranno utilissimi strumenti.

    Attenzione ai voli low cost

    Voli low cost

    I voli low cost, quasi sempre, offrono tariffe decisamente meno care rispetto alle compagnie di linea: quando prenotate, però, fate attenzione a tutte le spese aggiuntive che non sono contaggiate fino all’acquisto del biglietto.

    Alcune compagnie non includono le tasse o altri supplementi e il prezzo del biglietto magicamente si gonfia. Per approfittare di tariffe convenienti, conviene essere flessibili nella date di partenza e prenotare il prima possibile. Attenzione anche alle partenze nei week-end o nei periodi di vacanze: i prezzi sono sempre più alti rispetto al normale.

    Controllate l’auto a noleggio

    Chiavi noleggio auto

    Se vi capita di noleggiare un veicolo, fate attenzione ai graffi: verificate minuziosamente lo stato dell’auto noleggiata e, se potete, fate anche qualche foto con la vostra macchina fotografica. In effetti, alcuni noleggiatori non proprio professionali non esitano ad aggiungere dei graffi immaginari per guadagnare qualche euro in più.

    Controllate anche il contratto e l’assicurazione sul veicolo, cosa è compreso e cosa no, domandate cosa succede in caso di incidente, fate più domande possibili e, se il noleggiatore non vi convince, cambiate strada!

    Taxi senza tassametro

    Taxi in India

    Prima regola: non salire in un taxi senza tassametro.

    Seconda regola: se il tassista rifiuta di accendere il tassametro, scendete e cambiate veicolo.

    Terza regola: utilizzate sempre le fermate ufficiali, soprattutto nelle grandi città.

    Quarta regola: non ascoltate i consigli del tassista, quasi sempre hanno un ritorno economico.

    Quinta regola: in alcuni paesi, i taxi non possiedono tassametro e in questi casi è necessario contrattare la tariffa prima di salire sul veicolo.

    Anche se la maggior parte dei tassisti sono persone oneste e simpatiche, state sempre con gli occhi aperti!

    Escursioni, gioia e dolori

    Escursione in barca

    Le escursioni sono gioie e dolori: gioie perchè spesso sono la parte migliore della vacanza in villaggio, dolori perchè costano molto. Se vi trovate in Africa e volete comprare la gita al beach boy di turno, perché costa meno e vi sembra di dare il denaro alla gente del posto, fate attenzione alle condizioni di sicurezza, soprattutto per quel che riguarda le escursioni in mare. Le escursioni vendute a poco prezzo sono da prendere con le pinzette. In questi casi, la cosa migliore da fare, come sempre, è informarsi bene prima di scegliere.

    Bagagli che non si trovano

    Bagagli

    Durante un viaggio, si sa, i bagagli possono perdersi, soprattutto se fate uno scalo: per fortuna la maggior parte dei bagagli sono ritrovati nei giorni successivi. In questo caso, si può richiedere comunque un risarcimento: ritrovarsi senza biancheria e vestiti non è proprio piacevole.

    Se invece la valigia non si ritrova più, la compagnia dovrà rimborsarvi fino a un massimo di 1100 euro. In questo caso dovete compilare un modulo che dichiara la perdita del bagaglio e inviare una lettera alla compagnia con tutti i documenti necessari: dichiarazione di perdita bagaglio, carta d’imbarco, scontrini, ecc. Chiedere informazioni in aeroporto è la cosa migliore!

    Conti salati senza motivo

    Conto salato

    Per evitare conti salati, basta seguire alcune piccole precauzioni. I ristoranti devono presentare, all’interno e all’esterno del locale, il menù con i prezzi dettagliati: diffidate dai ristoranti che non lo fanno. Verificate sempre che il piatto corrisponda a quello scelto e, se vi arriva qualcosa che non avete chiesto, rimandatela indietro: in alcuni posti spacciano la focaccia calda per il pane e poi ve la fanno pagare. Una volta chiesto il conto, controllate che i prezzi corrispondano a quelli affissi sul menù e che la somma sia giusta: ogni tanto scappa una bottiglia di acqua o una caraffa di vino in più, soprattutto in caso di gruppi numerosi.