Classifica delle cascate più alte d’italia: la top five

Le cascate italiane non vantano grandi altezze ma hanno il loro fascino tutto da scoprire

da , il

    Cascate italiane

    FOTO DIEGO ERCOLI

    Sapreste stilare una classifica delle cascate più alte d’Italia? Dinanzi a quello scrosciare d’acqua che arriva dall’alto e prosegue il suo percorso valle, compiendo mirabolanti salti, si ha ben chiara l’idea della potenza della natura. E all’uomo non resta che ammirarne la bellezza. Le cascate del nostro Bel Paese non sono certo paragonabili alle Cascate più alte del mondo, ma hanno senz’altro il loro fascino tutto da scoprire. Pronti ad ammirare la top five?

    Cascate dello Stroppia

    Cascate dello Stroppia

    A vincere la medaglia d’oro sono le Cascate dello Stroppia. Non sono molto conosciute, tuttavia con un salto impressionante di 500 metri, sono le cascate più alte d’Italia. Si trovano in Val Maira, in provincia di Cuneo e sono ammirabili in tutto il loro splendore, risalendo il sentiero Icardi.

    Cascate del Serio

    Cascate del Serio

    FOTO DI PIERO ANNONI

    La Cascate del Serio, sono custodite nell’alta valle Seriana, in provincia di Bergamo.

    Con un’altezza di 325 metri si piazzano al secondo posto nella classifica delle cascate più alte d’Italia. Le cascate del Serio sono caratterizzate principalmente da tre salti rispettivamente di 106, 74 e 75 metri. Nascono nel 1931 dal fiume omonimo, in seguito alla costruzione della diga del Barbellino. Purtroppo non sono facilmente raggiungibili, vengono infatti aperte soltanto 5 volte all’anno, in base ad un accordo stipulato tral’Enel e il Comune.

    Cascate del Verde

    Cascate del Verde

    Le Cascate del Verde si trovano sul podio delle Cascate Naturali più alte d’Italia. Sono formate da un triplice salto che complessivamente raggiunge i 200 metri. Sono incastonate nella natura intorno a Borrello, in provincia di Chieti: sono facilmente raggiungibili (si trovano a circa un’ora dalle spiagge del litorale adriatico) e sono visitabili in ogni momento dell’anno.

    Cascate delle Marmore

    Cascate delle Marmore

    FOTO DI LUCA MONTANARI

    Le Cascate delle Marmore, situate nel Comune di Terni, sono composte da un triplice salto che nella sua totalità misura 165 metri. Nonostante tutti pensino si tratti di una cascata naturale, in realtà non lo è affatto. La sua creazione risale ai tempi dei Romani, precisamente al 271 a.C., per volontà del console Manlio Curio Dentato: il suo obiettivo era quello di bonificare la piana di Rieti. Dal secolo scorso viene utilizzata per produrre energia elettrica, per questo nei giorni feriali viene chiusa e non è accessibile. A tal proposito, vi consigliamo di verificare sempre prima gli orari di apertura.

    Cascate del Toce

    Cascate del Toce

    FOTO DI LUCA TERZAROLI

    Le Cascate del Toce si trovano a quota 1675 metri, nel Comune di Formazza. Sono caratterizzate da un salto di 143 metri. Al di là della loro altezza sono senza dubbio le cascate più spettacolari delle Alpi.