Campionato nazionale di siesta: a Madrid dormire è uno sport

da , il

    Fino al 23 ottobre Madrid sarà una città dormiente. Per tutta la prossima settimana 360 concorrenti parteciperanno al primo campionato nazionale di siesta, dove ciò che bisogna fare per vincere è dormire, bene e più a lungo. Chi uscirà vincitore da questa curiosa competizione spagnola? Il trionfatore sarà proclamato sabato prossimo.

    Dormire e vincere 1000 euro. In Spagna si può, soprattutto se si partecipa al primo campionato mondiale di siesta, che andrà in scena a Madrid fino a sabato 23 ottobre. Altro che dormire sugli alberi in Svezia. Qui ci si adagia comodamente su divani azzurro cielo e ci si sfida 5 alla volta. Requisiti fondamentali: pigiama, cuscino e tanta voglia di fare un riposino. La siesta va effettuata esclusivamente dopo mangiato, per dimostrare che la pennichella pomeridiana aiuta a rigenerarsi, a ricaricarsi per affrontare più in forma il resto della giornata ed un eventuale ritorno al lavoro. Dalla Spagna affermano con orgoglio che

    Ci siamo resi conto che la siesta è il nostro sport nazionale ma che non avevamo un campionato, per cui abbiamo pensato di organizzarne uno per capire chi fa la siesta migliore‘.

    Chi la spunterà alla fine? La siesta dovrà essere di almeno 20 minuti e non c’è possibilità di imbrogliare, dal momento che i partecipanti saranno controllati da vari medici che si accerteranno dell’effettivo periodo di sonno.

    Come si decreterà il vincitore? Molto dipenderà dalla durata della siesta, ma anche da come si dorme. Il trionfatore porterà a casa un premio di 1000 euro, il secondo 500, mentre il terzo dovrà ‘accontentarsi’ di 250 euro. Non male guadagnare per non fare assolutamente nulla no?

    Ci saranno poi dei premi satellite, relative alle sotto categorie. Verrà infatti eletto chi ha il pigiama migliore, il più amato dal pubblico, chi ronfa di più e la posizione più strana e particolare per dormire.

    I cavalieri della siesta, simpaticamente definiti così da David Blanco, presidente dell’associazione Amici della Siesta, si sfideranno per difendere il vero sport nazionale spagnolo. Alla faccia della vittoria della coppa del mondo di calcio delle Furie Rosse!