Bruxelles: cosa vedere a Natale, dai mercatini ai famosi murales

da , il

    Bruxelles: cosa vedere a Natale? Innanzitutto, ogni anno, a dicembre la città si trasforma in un magnifico villaggio natalizio, praticamente un distaccamento del vero Villaggio di Babbo Natale. La Grand Place e le strade circostanti sono un tripudio di luci e addobbi, per la gioia di grandi e piccini. Quest’anno la capitale del Belgio ospiterà Tallin, la capitale dell’Estonia, offrendo così in un solo colpo, un mix straordinario di preziosità artigianali e prelibatezze culinarie provenienti da due grandi città.

    I mercatini di Natale si estendono dalla Grand Place fino al Marché-aux-Poissons, con ben 240 chalet in legno, tra i quali potrete piacevolmente perdervi, mentre acquistate qualche piccolo regalo di Natale e gustate qualche specialità gastronomica. Troverete assaggi di dolci, piatti tipici, l’immancabile vin brulè, le birre artigianali e persino diverse specialità di caffè. Gli chalet sono tutti piuttosto vicini tra loro, per questo potrete tranquillamente visitarli tutti in una sola giornata.

    E tra una birra e una bancarella di souvenir, potrete approfittarne per pattinare sul ghiaccio (costo 7 euro per gli adulti; i bambini hanno la possibilità di pattinare in disparte con l’ausilio di appositi sostegni a forma di animale) oppure salire sulla magnifica ruota panoramica.

    Mentre passeggiate per la città non dimenticate di cercare i Manneken Pis, quelle piccole statuette raffiguranti bambini che fanno la pipì. Ebbene sì, non stiamo scherzando, sono uno dei simboli della capitale belga, nonché l’espressione di un’arte costantemente contaminata da un vena di sottile surrealismo.

    Aggirandovi per Bruxelles non potrete nemmeno ignorare i numerosissimi murales che rivestono le facciate e i muri di tutta la città. Semplicemente camminando, vi troverete dinanzi a grandi graffiti raffiguranti Tintin, i Puffi, Asterix, Lucky Luke e molti altri ancora… Giusto per citarne qualcuno: in Rue de Chéne, in prossimità di un negozio pirotecnico, si trova il murales di Oliver Rameau che ritrae due innamorati circondati da fuochi d’artificio; in Rue de Marché au Charbon si trova la matita di Frank Pé il primo ad essere stato dipinto su un muro. Asterix lo trovate invece in Rue de la Banduerie 15 e Corto Maltese di Hugo Pratt in Quai des pènisches.

    Oltre all’atmosfera magica dei mercatini e alla meraviglia dei graffiti, Bruxelles ha molto altro da offrirvi. Se siete amanti dell’architettura non lasciatevi sfuggire la Maison du Roi de la Grand Place, la chiesa di Notre Dame du Sablon e ovviamente il Palazzo Reale.

    Infine, per una pausa di relax, potrete rilassarvi su di una panchina nel Parc de Bruxelles, oppure, se siete in cerca di riparo dal freddo pungente, optate per uno dei tanti caffè, in cui potrete assaggiare le famose prelibatezze a base di cioccolato.