Bonus trasporti 2022, puoi richiederlo subito: gioia per milioni di pendolari

Bonus trasporti 2022: già dal 1° settembre è possibile richiedere il contributo da utilizzare per l’acquisto degli abbonamenti dei servizi pubblici, autobus o treni che siano. Ecco a chi è rivolto e come richiederlo.

Bonus treni
Bonus treni – Viaggi.Nanopress.it

La lotta all’inquinamento ambientale si combatte anche tramite la scelta sull’utilizzo dei trasporti. Se poi aggiungiamo anche l’attuale crisi energetica in corso e i rincari di benzina e diesel, diventa sempre più difficile per gli automobilisti e i pendolari sostenere le spese per carburante o mezzi pubblici.

Per ovviare questi problemi e incentivare l’uso di mezzi pubblici, il Governo ha istituito il bonus trasporti 2022 che è possibile richiedere sin da subito.

Bonus trasporti 2022, cos’è e come richiederlo

Il Governo ha introdotto già dal 1° settembre una nuova agevolazione rientrante nel Decreto Aiuti, finalizzata a concedere sconti per acquistare abbonamenti mensili o annuali di autobus o treni pubblici. Il Bonus trasporti 2022 offre un contributo di massimo 60 euro per quanto riguarda i biglietti dei mezzi pubblici locali, regionali, interregionali e dei trasporti ferroviari nazionali compresi i treni Alta Velocità.

Bonus trasporti 2022
Bonus trasporti 2022 – viaggi.nanopress.it

 

Secondo il Ministro del Lavoro, Andrea Orlando, e il Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, Enrico Giovannini, si tratta di un aiuto concreto e fondamentale per tutti quei lavoratori, studenti e cittadini che utilizzano di frequente i trasporti pubblici per necessità, ma anche per le persone economicamente più in difficoltà che non riescono ad affrontare le spese dei ticket e degli abbonamenti.

Il bonus può essere riconosciuto nel limite massimo di 60 euro per ogni beneficiario. Può essere applicato in seguito all’acquisto di un abbonamento mensile o annuale effettuato entro il 31 dicembre 2022 a patto che sia unico. Il voucher è valido per la seconda classe e per i servizi standard: sono quindi esclusi i servizi di prima classe, executive, business, club executive, salotto, premium, working area e business salottino.

Chi può richiedere il bonus

Il bonus trasporti 2022 è pensato per tutte le persone che nel corso dell’anno 2021 hanno avuto un reddito complessivo non più alto di 35 mila euro. Può essere richiesto ogni mese salvo esaurimento fondi, in quanto non è previsto il limite di un solo bonus per cittadino, e da ogni componente della famiglia; è nominativo e quindi non è cedibile.

Il massimo richiedibile è sempre e solo 60 euro, anche se non si è a conoscenza del prezzo dell’abbonamento. In caso di abbonamento di costo minore, i fondi non utilizzati torneranno indietro nella piattaforma e ridistribuiti alle prossime richieste.

L’agevolazione può essere richiesta sia per sé stessi sia per i propri figli o per i minorenni a proprio carico.

  • Nel caso di figli maggiorenni, quest’ultimi dovranno procedere in autonomia alla richiesta del bonus.
  • Nel caso, invece, di minorenni, il richiedente dovrà accedere al portale con il proprio SPID o CIE, inserendo il codice fiscale del beneficiario interessato.
Bonus trasporti 2022
Bonus trasporti 2022 – viaggi.nanopress.it

Come richiedere il bonus: la procedura online

Già dalle 8:00 del 1° settembre è possibile richiedere il bonus trasporti 2022 sul sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali www.bonustrasporti.lavoro.gov.it.

Per richiederlo è necessario accedere al portale con identità digitale SPID o CIE e indicare l’importo del buono richiesto e il gestore del servizio pubblico che, in quanto aderente, è obbligato ad accettarlo.

Al termine della procedura, il richiedente riceverà un codice o un QR code da mostrare in biglietteria, fisica o online, al momento dell’acquisto. Il gestore del servizio pubblico, a sua volta, controllerà di volta in volta la validità del codice accedendo al portale del Ministero. Il bonus dovrà essere utilizzato entro un mese dall’emissione.

Tutti i bonus emessi potranno essere poi visualizzati dai beneficiari sulla piattaforma nella sezione Visualizza bonus. In questa area è possibile consultare e annullare i bonus, o scaricare il pdf con il QR code.