A Londra marciapiede a due corsie in Oxford Street: per turisti e per chi ha fretta

da , il

    A Londra marciapiede a due corsie in Oxford Street: per turisti e per chi ha fretta

    Ecco una proposta davvero curiosa che riguarda la rutilante Londra. Nella capitale britannica, dove da sempre la vita frenetica appartiene a uno stile di vita inderogabile ma la voglia di ordine non sembra mai venire a mancare, specialmente nella mentalità inglese, qualcuno ha pensato di creare un marciapiede a due corsie. La trafficata Oxford Street potrebbe scindere la sua anima per la gioia di chi non ama perdere tempo: sarebbe in via di attuazione un marciapiede dedicato ai turisti e parallelamente una fetta di strada dedicata a chi va di fretta. Vi cosa ne pensate?

    Tra le zone di Londra celebri per lo shopping certamente primeggia Oxford Street, tanto che chi passeggia attardandosi davanti alle ben note vetrine dei negozi cult della capitale, inizia a costituire un sordido motivo di stress per i lavoratori costretti a percorrere Oxford Street zigzagando tra la folla.

    Qualcuno starebbe valutando l’ipotesi di introdurre nella centralissima Oxford Street un sistema a doppia velocità, costituito da un marciapiede dedicato a turisti e a coloro interessanti allo shopping e parallelamente una striscia di strada per chi va di fretta.

    Decisamente Londra è una delle metropoli più attente alla questione legata al traffico e se i londinesi sono già avvezzi a vivere la città utilizzando mezzi pubblici, la voglia di ordine permea la città, tanto che una tassa sul traffico, che prevede il pagamento di 8 sterline al giorno per entrare in centro con l’auto, è stata accettata senza colpo ferire.

    Dopo aver disciplinato l’esercito delle automobili, ora è il traffico pedonale ad essere nel mirino: sono in aumento gli itinerari per scoprire Londra a piedi, ma la questione del marciapiede binario sembra possedere ottimi ingredienti per scatenare un caso pronto a diffondersi anche in altre città europee, per non dire mondiali.

    Le aree dello shopping, specialmente durante il week end, sono invase da plotoni di folle pronte a fermarsi all’improvviso davanti a una vetrina, con poca gioia di chi invece deve attraversare queste strade solo per recarsi a casa o al lavoro.

    La News West End Company, associazione che riunisce oltre 600 negozi ed esercizi pubblici attorno a Oxford Street, ha lanciato il programma per suddividere i pedoni in due corsie: l’idea della corsia lenta e del marciapiede veloce avrà successo?

    Durante la scorsa primavera era stata lanciata una provocazione, quando qualcuno tracciò una linea su un marciapiede della Quinta Avenue, scrivendo da una parte ‘turisti’ e dall’altra ‘newyorchesi’.

    Cammino alla velocità che mi pare e il marciapiede è di tutti‘, dice una signora carica di borse della spesa, mentre Rovert Davis, vice-leader del Westminster City Council, l’amministrazione del quartiere, aggiunge: ‘È una trovata ridicola’.

    Se l’idea sembrerebbe buona per chi spera di trovare uno spazio dove muoversi velocemente, bisogna dire che l’associazione degli esercenti che ha ideato la proposta starebbe per assoldare decine di guide in uniforme nera e cappello rosso pronte a suggerire alle folle indisciplinate come suddividersi.

    A questo punto, forse, il libero arbitrio in senso spaziale oltre che mentale prevale sulla gestione della velocità. A meno che non desideriate che un’uniforme nera corra a displinare uno dei pochi momenti in cui possiamo dispiegare il nostro potere decisionale, che sia per voglia di shopping o per la frazione di una corsa verso l’ufficio: il ritmo del nostro passo.