10 cose da vedere a Tokyo: tra i mercati e i quartieri più famosi

Scoprite Tokyo, i suoi vicoli, i grattacieli futuristici, i templi shintoisti e i luoghi cult di una città che non si ferma a nessuna ora del giorno e della notte

da , il

    Oggi scopriremo le 10 cose da vedere a Tokyo tra quartieri alla moda, musei, palazzi, templi e quartieri più tradizionali: per noi occidentali, capire il Giappone e specialmente la sua eclettica capitale è un’impresa molto ardua poichè Tokyo è tutto e il contrario di tutto, è tradizione e modernità, è istituzionale e fuori dagli schemi, è sorprendente mentre rispecchia molti luoghi comuni. Per cercare quanto meno di vedere i diversi aspetti della città ci sono dei luoghi imprescindibili da visitare e tra questi troviamo i quartieri di Asakusa e Shibuya, il Mercato del Pesce di Tsukiji e il Palazzo Imperiale, oltre all’affascinante Monte Fuji che nelle giornate limpide si può ammirare anche dalla città. Il fascino di Tokyo sta proprio in tutte le sue sfaccettature e contraddizioni, che il turista attento deve cercare di cogliere ed interpretare.

    asakusa

    1. Asakusa

    Il quartiere di Asakusa è uno dei più caratteristici di Tokyo e rappresenta una tappa imprescindibile durante la visita della città: qui si possono ammirare antichi templi ed entrare in negozi tipici e si possono vedere anche numerosi risciò e qualche ragazza in kimono. L’atmosfera tranquilla che si respira qui vi inviterà a girovagare per le stradine e a perdervi in esse senza percorsi prestabiliti: Asakusa si trova nella shitamachi, ovvero la città bassa e sorge accanto al fiume Sumida, lungo le cui rive si possono fare tranquille passeggiate.

    sensoji-temple-tokyo

    2. Sensoji Temple

    Nel quartiere di Asakusa non può mancare una visita all’antico Sensoji Temple, il luogo di culto più antico, grande e sacro di Tokyo dedicato alla dea buddhista della misericordia, Kannon Sama. Per arrivarci bisogna attraversare la pittoresca strada Nakamise Dori, sulla quale si affacciano numerosi negozietti di kimono, ombrellini, ventagli e geta, i sandali giapponesi. Al termine di questa strada si giunge alla porta Hozo Mon, che è uno dei simboli di Tokyo ed è l’ingresso al tempio attraverso cui si accede prima ai cortili esterni e poi alla sala principale, dove ammirare la statua della dea.

    kokyo gaien

    3. Giardini di Kokyo Gaien

    I Giardini di Kokyo Gaien sono una vera e propria oasi di pace a Tokyo e sono perfetti per rigenerarsi dopo una giornata di intenso shopping nel quartiere di Shibuya, di cui parleremo in seguito. Il momento perfetto per visitarli è infatti il tramonto, la cui luce rende l’ambientazione molto romantica e quasi magica: se siete una coppia quindi, questo è un motivo in più per fare un salto in questi splendidi giardini. Sono sempre molti puliti, ordinati e ben tenuti e solitamente quasi deserti, quindi qui si può venire anche per fare un tranquillo picnic e rilassarsi ascoltando l’acqua delle numerose fontane. Se siete a Tokyo durante il momento della fioritura dei ciliegi, potrete ammirare i Giardini di Kokyo Gaien in tutto il loro splendore.

    Tokyo-Imperial-Palace-

    4. Palazzo Imperiale

    Vicino ai Giardini di Kokyo Gaien si trova il Palazzo Imperiale di Tokyo, immerso in un vasto e bellissimo parco: l’ingresso principale del Castello di Edo, come il palazzo veniva anticamente chiamato, è aperto al pubblico solo in alcune occasioni e si raggiunge attraversando l’elegante ponte di Nijubashi. Dal 1868, quando l’imperatore Meiji spostò la capitale giapponese da Kyoto a Tokyo, questo Palazzo Imperiale è la residenza dell’imperatore e dell’imperatrice ed è possibile vederne solo alcune parti tramiti una visita guidata, compilando una domanda online. Da non perdere è l’adiacente Giardino Orientale di 21 ettari, che ospita i resti del Castello di Edo e numerosi alberi che simboleggiano tutte le province del Giappone.

    Tsukiji Fish Market

    5. Mercato del pesce di Tsukiji

    Il Mercato del pesce di Tsukiji è un’attrattiva di Tokyo davvero imperdibile: è il mercato alimentare più grande di tutto il Giappone ed uno dei più organizzati al mondo, sempre pulito ed ordinato. E’ un luogo molto frequentato dai turisti poichè è ritenuto l’esempio di una parte importante della vita quotidiana giapponese, rendendo meglio l’idea del rapporto che questo popolo ha con il mare e con i frutti che esso offre. Sebbene il mercato sia aperto 24 ore su 24, l’accesso ai turisti è consentito dalle 9:00 alle 15:00: il consiglio è quello di andare la mattina presto, quando ci sono più varietà di pesce e quando si possono incontrare più giapponesi che lo vanno a comprare per cucinarlo in giornata.

    Shibuya

    6. Shibuya

    Se quando pensate a Tokyo vi vengono in mente fiumi di persone per le strade e megaschermi illuminati, il quartiere di Shibuya rappresenta perfettamente questa immagine: si tratta del quartiere più caotico, dinamico e scintillante della città e qui si trovano megaschermi su ogni palazzo, che rendono Shibuya molto affascinante specialmente la sera, moltissimi negozi di abbigliamento e di musica, numerosi ristoranti e i famosi love hotel, improbabili ma caratteristici alberghi a ore fatti apposta per appartarsi in coppia. Shibuya è anche uno dei centri della moda di Tokyo e infatti qui è facile incontrare giovani vestiti nei modi più bizzarri secondo la moda ganguro o lo stile dei personaggi manga, che vengono imitati nei cosplay.

    oriental bazaar

    7. Oriental Bazaar

    L’Oriental Bazaar è uno dei luoghi preferiti dai turisti che si recano a Tokyo per l’improponibile quantità di souvenir che si possono acquistare: il buon rapporto qualità prezzo e la presenza di oggetti tipici della tradizione giapponese, come ad esempio i kimono, fanno dell’Oriental Bazaar il posto ideale per chiunque voglia portare a casa un ricordo del Giappone o anche comprare qualche regalo per amici e parenti. L’enorme negozio è disposto su tre piani e vende veramente di tutto: bambole, servizi da the giapponesi, decorazioni, oggetti in ceramica, perle e scacciapensieri, solo per citare alcuni oggetti che potrete trovare.

    museo nazionale di tokyo

    8. Museo Nazionale di Tokyo

    Situato nel parco di Ueno, il Museo Nazionale di Tokyo è una tappa imprescindibile per chi voglia entrare in contatto con l’arte giapponese e conoscere meglio la storia del paese. Fondato nel 1872, è il museo più antico e grande di tutto il Giappone ed ospita importanti reperti archeologici ed opere d’arte provenienti da tutto il paese e da altre parti dell’Asia, soprattutto da quelle zone che facevano parte della Via della Seta. Nel Museo Nazionale di Tokyo si può assistere anche a diverse mostre all’aperto e comprare souvenir a tema nei diversi negozi presenti all’interno.

    Palazzo del Governo Metropolitano di Tokyo

    9. Palazzo del Governo Metropolitano di Tokyo

    Il Palazzo del Governo Metropolitano di Tokyo, o più semplicemente Palazzo di Tokyo, è situato nel quartiere di Shinjuku ed è costituito da due alte torri unite nel centro: qui si trovano due ponti panoramici dove si può passeggiare ammirando la città e sui quali si trovano negozi e caffè. Il palazzo è stato costruito nel 1991 ed è uno dei simboli di Tokyo, poichè al suo interno si trova la sede del governo metropolitano di Tokyo, dove si governano i 23 quartieri della città, la città stessa e tutti i villaggi e paesi che la compongono.

    Monte Fuji

    10. Monte Fuji

    Il Monte Fuji, anche se visibile da Tokyo, dista circa un centinaio di chilometri dalla città, ma vale assolutamente la pena di spostarsi e prolungare il soggiorno in Giappone per vederlo: già dalla capitale, nelle giornate limpide si può ammirare la sua cima, sempre innevata grazie ai suoi 3.776 metri di altezza, ma recandosi nei pressi di questo vulcano si possono visitare lo splendido lago ai suoi piedi, i giardini, i templi, i castelli e i numerosi villaggi nei dintorni, molto affascinanti, e si può soggiornare negli onsen, le tipiche terme giapponesi. Non tutti sanno inoltre che il Monte Fuji è una delle montagne sacre del Giappone, ricche di templi e monasteri.