Trinidad, a Cuba: cosa vedere nella città museo dei Caraibi

da , il

    Alla scoperta di Trinidad, a Cuba: ecco cosa vedere in questa perla dell’architettura coloniale, che da molti è soprannominata la “città museo dei Caraibi” grazie ai suoi edifici antichi impeccabilmente conservati. Trinidad è stata dichiarata Patrimonio dell’Umanità UNESCO nel 1988 proprio in virtù dei suoi straordinari esempi di architettura coloniale che riportano i visitatori indietro fino al 1514, anno in cui la città fu fondata: ecco che camminando per le sue vie si scoprono palazzi signorili, case popolari, chiese, strade acciottolate e piazze ricche di colori vivaci che ne fanno una meta culturale allegra e pittoresca. Il centro storico è sicuramente la parte meglio conservata di Trinidad, e siccome è di ridotte dimensioni si può tranquillamente visitare a piedi: esso si sviluppa intorno alla Plaza Mayor, su cui si affacciano la Chiesa della Santissima Trinità e il Museo Romantico.

    Dalla Plaza Mayor, che sullo sfondo ha le belle montagne della Sierra del Escambray, si vede la torre della Chiesa di San Francesco d’Assisi, un’altro edificio religioso molto importante dal punto di vista estetico e culturale, mentre sulla piazza si affacciano anche altri due importanti musei quali il Museo Histórico Municipal, dove si trova una bella terrazza da cui ammirare la Plaza Mayor e il panorama a circostante, e il Museo de Arquitectura Trinitaria. Poco lontano da Plaza Mayor si trova l’antico e ormai abbandonato ospedale spagnolo dell’Eremita della Nostra Signora della Candelaria, risalente al XVIII secolo, in cui si può entrare indisturbati e salire fino in cima per ammirare la splendida panoramica della città e del mare dall’alto. Oltre ad essere una città ricca di storia, Trinidad è anche ricca di cultura popolare e vivacità, e vicino a Plaza Mayor si trovano dei vicoli in cui ogni sera i musicisti locali si ritrovano per suonare la musica tradizionale cubana.

    Vicino a Trinidad inoltre si possono visitare numerosi luoghi davvero incantevoli come la Playa Ancon, situata sull’omonima penisola, che è il luogo ideale per chi cerca qualche giorno di relax tra spiagge bianche, verdi palme, mare cristallino e sport acquatici; questa è senza dubbio la più bella spiaggia del sud di Cuba, ma vale la pena anche visitare la Playa Maria Aguilar. La Valle de los Ingenios è un sito Patrimonio dell’Umanità UNESCO non lontano da Trinidad molto interessante da visitare: si tratta di una ampia valle dove si trovano le rovine di circa quaranta fabbriche di zucchero in cui lavoravano migliaia di schiavi africani nel XIX secolo. Qui si possono vedere anche le rovine delle baracche in cui gli schiavi vivevano, e si può salire sulla Torre Manaca-Inzaga, dalla quale si ha una bella visuale sulla valle. Gli amanti della natura selvaggia poi possono addentrarsi nel Topes de Collantes, nella già menzionata Sierra del Esdambray. Trinidad e i suoi dintorni non possono mancare in un tour di Cuba, che tra le sue bellezze include anche splendide baie, isolette e spiagge caraibiche e la capitale L’Avana.