Risarcimento bagaglio smarrito, danneggiato, in ritardo o rotto: cosa fare

da , il

    Risarcimento bagaglio smarrito, danneggiato, in ritardo o rotto: cosa fare

    Come chiedere il risarcimento per il bagaglio smarrito, danneggiato, in ritardo o rotto? Cosa fare e come comportarsi? Ecco a chi rivolgersi e come muoversi in maniera corretta per esercitare il proprio diritto di essere risarciti dalla compagnia aerea che ha smarrito il vostro bagaglio, o magari lo ha solo danneggiato o è arrivato in ritardo all’aeroporto, rispetto a voi. Seguite questi suggerimenti molto preziosi se si verificano problemi al bagaglio durante il vostro viaggio. E’ giusto sapere che se al termine di un volo il vostro bagaglio non compare sul nastro trasportatore e quindi risulta smarrito, avete diritto ad un rimborso.

    Per il bagaglio definitivamente smarrito, danneggiato, o consegnato in ritardo si ha diritto a un risarcimento massimo di 1.167 euro circa per voli assicurati da compagnie UE in tutto il mondo.

    In caso di bagaglio smarrito, danneggiato o rotto

    Ricordatevi, prima ancora di uscire dall’aeroporto, di recarvi all’Ufficio oggetti smarriti (Lost and found ) muniti di biglietto aereo e scontrino bagagli. In questo ufficio potete compilare l’apposito modulo PIR (Property Irregurarity Report) descrivendo con la maggior precisione possibile le vostre valigie. Di solito, l’80% dei bagagli smarriti viene ritrovato entro 24 ore, il restante 20% entro 3 giorni. Trascorse le prime 24 ore, se il bagaglio smarrito non è stato ancora rintracciato e voi non siete residenti in quel luogo, alcune compagnie vi daranno subito degli oggetti utili (spazzolino da denti, rasoio, pigiama ecc. Voi ricordate di conservare gli scontrini degli acquisti effettuati). Per quanto riguarda i voli aerei è inoltre possibile, al momento del check-in, chiedere di usufruire della ‘Dichiarazione di valore’ (valida solo per i viaggi interamente effettuati con la stessa Compagnia) che permette di elevare il limite di responsabilità del bagaglio registrato. Per quanto riguarda invece compagnie aeree che non aderiscono alla Convenzione di Montreal del 1999, in caso di smarrimento o danneggiamento del bagaglio è previsto un risarcimento fino a 20 euro per kg per arrivare fino a un massimo di 388 euro solo nel caso in cui il danno sia imputabile alla Compagnia aerea. I danni, pena la decadenza, devono essere denunciati alla Compagnia entro 7 gg. in caso di danneggiamento del bagaglio, entro 21 giorni per ritardata consegna.

    Smarrimento di bagaglio in treno

    Anche il furto in treno da diritto a un rimborso. Previa denuncia di furto alla Polizia entro le 24 ore, si ha diritto a un rimborso fino a 258,23 euro a collo per i furti avvenuti su Eurostar, vagoni letto e cuccette, Intercity su vetture con corridoio centrale, e auto al seguito. Per tutti gli altri casi vale per ora quanto dispone la legge n.754/1977: perdite e avarie di bagagli portati a mano vengono risarcite solo in caso di ‘incidente di esercizio’ (deragliamento o scontro) e fino ad un massimo di 258.23 euro.

    Bagaglio smarrito in nave

    Nei traghetti e nelle navi, i bagagli registrati e smarriti durante un viaggio nazionale prevedono un risarcimento massimo di 6 euro per kilo (se non assicurati) mentre quelli non registrati non hanno diritto ad alcun risarcimento a meno che non si riesca a dimostrare che la perdita è imputabile alla compagnia. Se la perdita del bagaglio è imputabile alla compagnia, nei viaggi internazionali è previsto un risarcimento massimo di 25.000 euro circa.

    In caso di bagaglio danneggiato

    Se il vostro bagaglio risulta danneggiato la richiesta di risarcimento va presentata entro 7 giorni dalla data di apertura del P.I.R. in caso di danneggiamento e manomissione evidente. Entro 7 giorni dalla data di riconsegna in caso danneggiamento o manomissione occulta. Vanno forniti i seguenti documenti: codice di prenotazione del volo in caso di acquisto via internet oppure l’originale della ricevuta in caso di biglietto cartaceo; originale del PIR rilasciato in aeroporto; originale del talloncino di identificazione del bagaglio; elenco del contenuto del bagaglio che abbia eventualmente riportato danni; indicazione delle coordinate bancarie complete: nome del titolare del conto corrente, nome e indirizzo della banca, codici IBAN, ABI, CAB, numero di C/C, codice SWIFT nel caso di conto estero. Il risarcimento si limita ai danni materiali, mentre sono esclusi i danni immateriali (es. risarcimento da rovinata vacanza). In caso di ritardata consegna o perdita del bagaglio saranno in particolare risarciti gli acquisti per beni di prima necessità (in sostituzione dei propri effetti personali contenuti nel bagaglio), allegando gli originali degli scontrini o ricevute fiscali.

    Se la richiesta di risarcimento danni non viene accolta, allora è possibile far ricorso al Giudice di Pace, competente per cause fino a 5.000 euro di valore. Il diritto di risarcimento si prescrive nel termine di due anni.