Europa vista dall’alto: foto dal drone con panorami da sogno

da , il

    L’Europa vista dall’alto è davvero affascinante. Con le foto scattate grazie al drone usato da Amos Chapple, possiamo ammirare paesaggi da sogno, panorami particolari e angolature mai viste! La quantità di città, monumenti e siti storici da riprendere nel Vecchio Continente è davvero infinita, e grazie al lavoro di questo fotografo originario della Nuova Zelanda, possiamo sfogliare immagini mozzafiato e sognare di essere in volo nei cieli delle città europee più belle del mondo.

    Le immagini che potete sfogliare nella gallery a inizio articolo ci fanno vedere l’Europa da una prospettiva del tutto nuova. Le riprese (e gli scatti) sono state effettuate dal fotografo Amos Chapple, utilizzando una telecamera montata su un drone Quadcopter.

    Questo strumento, il drone, gli ha permesso di catturare panorami insoliti e inquadrature speciali che mostrano alcuni dei luoghi d’Europa più famosi, con i loro simboli o grandi monumenti che li rappresentano in tutto il mondo.

    La prima immagine è dedicata all’Abkhazia. Il piccolo stato che si affaccia sul Mar Nero si è proclamato indipendente dalla Georgia, e le sue spiagge scure sono amate dai russi che scelgono le sue acque cristalline per godersi la vacanza. Di solito, dice Chapple, per i suoi lavori prova sempre a non fotografare persone; ma in quel caso sulla spiaggia c’erano proprio dei ragazzi che giocavano con un piccolo drone e “c’era così confusione che lo scatto è passato inosservato“.

    Possiamo volare dalla Sagrada Familia di Antoni Gaudì a Barcellona, in Spagna, fino al faro di Trieste, in Italia, passando per la Francia, i Paesi Bassi, l’Austria.

    Il fotografo neozelandese, che sta raccogliendo tanto successo sul web, è un freelance dell’agenzia Rex Features, e lavora a Londra, la città in cima alla classifica delle metropoli più care, ma ama viaggiare in giro per il mondo, e ultimamente ha migliorato i suoi lavori avvalendosi proprio della tecnologia sofisticata e particolare che prevede l’uso di droni. Ha infatti svolto pure dei bellissimi reportage in Russia, in Medio Oriente e nella mistica India, sempre usando questa stessa tecnica.

    Per fotografare dal drone, ha spiegato Chapple al quotidiano inglese Guardian, occore prima di tutto ‘trovare un punto da cui lanciarlo; poi sei in balia del tempo atmosferico. Per esempio, se piove o tira vento, è impossibile scattare. Bisogna avere molta, molta pazienza‘.