Weekend a Roma con bambini: cosa fare e dove andare

da , il

    State pensando ad un week end a Roma con i bambini: cosa fare e dove andare? Gli antichi la definivano Caput Mundi, perché a tutti gli effetti è stata per secoli il centro nevralgico del potere, della ricchezza e della cultura. Ogni sua via, ogni angolo della città ha qualcosa da raccontare, per questo è interessante visitarla anche in compagnia dei più piccoli, con tutto quello che c’è da scoprire non avranno mai modo di annoiarsi! E’ letteralmente immensa, per questo sarebbe necessario avere almeno una settimana a disposizione per poterla visitare al meglio, tuttavia noi vogliamo suggerirvi tutte le tappe da non perdere in una mini vacanza di tre giorni.

    Scoprire Roma sarà un’esperienza indimenticabile, sarà un po’ come essere catapultati indietro nel tempo e rivivere a cielo aperto la vita che svolgevano i Romani secoli e secoli fa.

    Primo Giorno

    Il primo giorno potrete cominciare dal Colosseo e dai Fori Imperiali. Vi basterà prendere la linea B della metropolitana e appena tornerete in superficie vi troverete dinanzi alla maestosa bellezza dell’Anfiteatro Flavio, il simbolo per eccellenza di Roma. I bambini rimarranno esterrefatti dinanzi a questa meraviglia architettonica. Il vostro tour continuerà con la visita ai Fori Imperiali, un imponente sito archeologico tutto da fotografare. Verso la fine di via dei Fori Imperiali, sulla destra, potrete ammirare il Mercato Traiano, mentre in fondo vi troverete in Piazza Venezia, dove si trova l’Altare della Patria e il Complesso del Vittoriano, sede di mostre d’arte di notevole prestigio. Se i bambini sono ancora in forze, proseguite per via del Corso, la strada dello shopping romano, e spingetevi sino a Piazza di Spagna e alla Fontana di Trevi. Per completare la giornata, portate i vostri bambini al Museo Explora (in via Flaminia 82), una sorta di città in miniatura, costruita proprio a misura di bambino. E’ strutturato in quattro sezioni differenti: Io, la Società, l’Ambiente, la Comunicazione. Mi raccomando, tenete conto degli orari di ingresso: 10.00-12.00 e 15.00-17.00.

    Secondo Giorno

    Il secondo giorno sarà all’insegna della sacralità. Chi visita Roma non può tralasciare, per nessuna ragione al mondo, San Pietro. E’ raggiungibile prendendo la linea A della metropolitana e scendendo alla fermata Ottaviano. Prima di addentrarvi nella Basilica di San Pietro, concedetevi il lusso di ammirare l’immensità di Piazza San Pietro. Una volta entrati nella Basilica rimarrete letteralmente a bocca aperta per la preziosità della struttura e delle sue decorazioni, tra le quali emerge indiscussa la ‘Pietà’ di Michelangelo. Sarebbero da non perdere anche i Musei Vaticani, tuttavia, solitamente c’è una coda infinita per entrarvi, quindi valutate voi, in base alla resistenza dei vostri piccoli. In alternativa, dirigetevi verso via della Conciliazione per arrivare a Castel Sant’Angelo e visitarne l’interno. Per la restante parte di giornata, portate i vostri bambini al Museo di Zoologia, che si trova in Via Aldrovandi 18. Nei weekend solitamente organizza percorsi intitolati ‘Scienza Divertente’, volti a stimolare la curiosità dei più piccoli, con tanto divertimento ed escursioni nella natura. I bambini di età compresa tra i 5 e gli 11 anni potranno esplorare, scoprire, ricercare, in altre parole giocare con la scienza.

    Terzo Giorno

    Nell’ultimo giorno a vostra disposizione, visto che siete in compagnia dei vostri cuccioli, non vi dedicherete allo shopping, ma alla scoperta della natura. Roma è certamente una città caotica, ma è anche ricca di parchi e grandi riserve di verde. Noi vi consigliamo una visita a Villa Borghese e al suo Bioparco. Villa Borghese è una piccola città verde nella città, in cui sono custoditi musei (Galleria Borghese), giardini fioriti, boschi, laghetti incantevoli, fontane e persino un cinema per bambini (Cinema dei Piccoli), una ludoteca-laboratorio (Casina di Raffaello) e poi ancora tante giostre, pony da cavalcare e oltre 1000 animali! Un vero e proprio paradiso per grandi e piccini. Lasciatevi trasportare dalla curiosità e scoprite poco alla volta quello che Villa Borghese e il Bioparco hanno da offrire. Non preoccupatevi di fare tardi, all’interno vi sono anche bar e ristoranti. Rimanendo in tema di natura, se avete tempo e voglia, visitate anche l’Orto Botanico a Trastevere, in Largo Cristina di Svezia, 24. Anche qui i bambini avranno di che divertirsi, potendo conoscere oltre 3.500 specie di piante rare e preziose, provenienti anche da luoghi lontanissimi. Sono tutte custodite in un’area protetta fatta di giardini, laghetti e sentieri, un piccolo mondo delle fate a misura di bimbo. Non perdete il Giardino degli Aromi e l’Albero del Sapone, fatto di foglie che fanno la schiuma se strofinate tra le mani!

    Scoprite nella fotogallery che trovate qui sopra, tutti i luoghi da non perdere in un weekend a Roma con i bambini.