Weekend a Barcellona low cost: dritte per vivere al meglio la città spendendo poco

Barcellona
Barcellona

Un weekend low cost a Barcellona è possibile: in questo articolo vi diamo alcune dritte intelligenti per realizzarlo senza rinunciare a tutte le attrazioni artistiche, culturali e storiche che la città catalana offre, oltre alle mille possibilità di provare la cucina tipica e di divertimento, sia diurno che serale. Qui potrete davvero godervi la città appieno anche con un budget limitato, visto che le possibilità di alloggio, ristorazione e uscite notturne sono pressoché illimitate e per tutte le tasche. Partendo dal viaggio, è consigliabile prenotare i biglietti con anticipo, perchè anche se viaggiate con compagnie low cost come Ryanair o Easyjet, prenotare all’ultimo momento non è conveniente, a meno che non cerchiate un last minute: per aggiudicarvi gli orari migliori (per esempio partire dall’Italia la mattina e ritornare dalla Spagna la sera) e i prezzi più stracciati, considerato anche che nel weekend questi si alzano, dovete cercare organizzare la vostra vacanza un po’ prima.

L’alloggio solitamente richiede una buona fetta del budget, ma a Barcellona potete veramente dormire anche con meno di 10 € a notte! Stiamo parlando degli ostelli: ce ne sono molti e se vi accontentate di una sistemazione semplice sono la cosa che fa per voi; per cercarli, oltre ai siti come www.booking.com, ci sono anche HostelBookers, che indica tutti gli ostelli del centro città e i più economici vicino alla Ramblas, e HostelsClub. Trovato un ostello con i parametri corrispondenti alle vostre esigenze, è ancora una volta consigliabile prenotare un po’ prima, specialmente nei periodi estivi, per assicurarvi la sistemazione; non preoccupatevi se dovrete disdire, perchè molte volte questa operazione non comporta nessuna penale se fatta per tempo. Se avete un budget un po’ più alto potete anche cercare degli hotel a due stelle, che costano un po’ di più ma offrono servizi ulteriori a quelli degli ostelli e sono sempre impeccabili; potreste anche trovare un’offerta pernottamento più colazione, nel qual caso avrete la fortuna di assaggiare le specialità catalane.

Per visitare la città vi conviene usare pullman, tram e metro, che sono molto efficienti e puntuali: comprare un abbonamento (cosa che si può fare tranquillamente nelle stazioni della metropolitana alle macchinette automatiche) sicuramente vi permetterà di risparmiare, visto che per due giorni è circa 15 € a testa e un biglietto singolo costa 2 €; vi dovrete spostare davvero spesso con i mezzi perchè le distanze da coprire cono molto grandi, e comprare ogni volta un biglietto potrebbe rivelarsi micidiale per il portafoglio! Se vi piace camminare e volete vedere più attrazioni possibile, potete anche fare un walking tour di Barcellona della durate di circa due ore: ce ne sono diversi e con itinerari differenti e sono tutti gratuiti, e nel caso vogliate potete lasciare una mancia alla vostra guida. Anche andare in bici può essere un’idea economica e salutare: affittarla per quattro ore costa circa 10 €.

Tra i musei della città c’è l’imbarazzo della scelta, e anche in questo caso spesso si può risparmiare: ogni prima domenica del mese infatti si possono visitare gratuitamente, e se il vostro viaggio non dovesse coincidere con questa data comunque l’ingresso a molti musei è gratis dopo le ore 15. Se invece non viaggiate nel weekend, sappiate che ogni museo ha comunque un giorno di ingresso libero durante la settimana. Per citarne solo alcuni, potete visitare il Museo Nazionale dell’Arte Catalana (MNAC), il nuovissimo museo delle scienze Cosmo Caixa, il Museo Picasso o ancora il Centro di Cultura Contemporanea di Barcellona.

Un altro modo per godervi la città senza spendere è sicuramente visitare il famosissimo Parco Güell, opera del genio Antoni Gaudì, che vi permetterà di godere di un fantastico panorama di Barcellona e di ammirare le sculture realizzate dall’artista. Da non perdere è anche la Font Magica di Montjuïc, una grandissima fontana che ogni sera dal mercoledì alla domenica (e in ottobre solo venerdì e sabato) regala spettacoli davvero meravigliosi con getti d’acqua di mille colori che danzano a ritmo di musica: lo spettacolo ovviamente è all’aperto, e gratuito. Il Parco di Montjuïc, situato sul promontorio omonimo, ha molto altro da offrire: dall’alto si gode di uno splendido panorama e si possono fare lunghe passeggiate ammirando le numerose opere e i musei presenti. Tra le attrazioni citiamo il Castello di Montjuïc, la Torre de Telecomunicaciones realizzata da Santiago Calatrava, lo Stadio Olimpico Lluìs Companys e il Palau Sant Jordi, costruito in occasione delle Olimpiadi del 1992.

Las Ramblas sono certo l’attrazione più famosa di Barcellona: camminando lungo il viale alberato arriverete fino al Port Vell, ma ci sono molte occasioni per deviare e ritrovarsi per esempio nel Mercato della Boqueria, un mercato coperto in cui potrete mangiare specialità locali e tapas senza spendere troppo e fare un giro tra variopinti banchi del pesca, della frutta o delle caramelle. Sempre vicino alle Ramblas si trova il Barrio Gotico, un fitto labirinto di stradine che conducono al centro storico della città, piene di negozietti e locali alternativi in cui mangiare o bere qualcosa la sera, sempre ad un prezzo competitivo.