Vivere con meno di 500 euro al mese: i Paesi dove trasferirsi per vivere bene

Vivere con €500 al mese sembra impossibile. Tuttavia, ci sono paesi in cui non solo è possibile, ma potrai anche non farti mancare niente.

paesi dove vivere con meno di cinquecento euro
Vivere con meno di 500 euro al mese – viaggi.nanopress.it

Il costo della vita di oggi sta diventando sempre più caro, e oggi, a causa del conflitto tra Russia e Ucraina, i prezzi dell’elettricità e del gas sono aumentati di molto, e i prezzi dei beni di prima necessità e della benzina sono alle stelle, così tante famiglie stanno lottando per arrivare a fine mese. 

Qualche anno fa con uno stipendio di €1.200 potevi permetterti di condurre una vita dignitosa, ma nelle grandi città gli affitti sono diventati proibitivi, motivo per cui molti figli non possono lasciare la casa dei genitori.

Per quanto riguarda le case nelle zone rurali e nelle piccole province, la situazione sta leggermente migliorando, ma non di molto se si considera che bisogna tenere conto delle bollette e del costo del cibo.

500 euro mensili a disposizione

Che tu ci creda o no, ci sono diversi paesi europei in cui puoi facilmente vivere con soli 500 euro. La buona notizia è che questi paesi sono proprio vicini all’Italia, quindi sono molto facili da raggiungere.

vivere economicamente grecia
Grecia – viaggi.nanopress.it

Ovviamente, la possibilità di cambiare città e andare a vivere altrove non tutti ce l’hanno, sia per motivi lavorativi che personali. Ma è un qualcosa, a cui una persona che lavora in smart working, può pensare. Sono Paesi europei e le loro usanze possono essere molto diverse dalle nostre, ma qualche centinaio di euro al mese ti permetteranno di mantenere una vita tranquilla.

In quali Paesi è possibile?

Per vivere con un budget molto basso, gli esperti raccomandano i paesi dell’Europa orientale, così come i paesi del sud come Malta, Portogallo, Spagna e Grecia. 

Ma i più economici sono senza dubbio la Romania e la Bulgaria, dove con soli 500 euro al mese è possibile pagare la spesa, le bollette, l’affitto e piccoli svaghi occasionali. Lo stesso vale per paesi come Turchia e Albania, i quali hanno centri urbani economicissimi.

I paesi sopra citati hanno molto da offrire a livello culturale. Prendiamo, ad esempio, il patrimonio culturale e storico della Grecia che è veramente unico.

vivere economicamente Romania
Romania – viaggi.nanopress.it

Trasferirsi in questi paesi senza un’opportunità di lavoro può essere un vero azzardo, in effetti non si tratta di paesi noti per grandi offerte lavorative. In più, ovviamente, ricordiamo la difficoltà di comunicazione che ci potrebbe essere a causa della barriera linguistica. 

I pensionati possono essere i migliori candidati per tale scelta. Infatti, i pensionati in Italia che sono decisi ad andare all’estero, scegliendo paesi più economici del nostro, sono sempre di più.

Tuttavia, non solo i pensionati sono interessati a questo trasferimento. Ad esempio, prendi le persone che lavorano da casa e non hanno bisogno di andare fisicamente al lavoro. Possono tranquillamente continuare a lavorare in altri paesi senza rinunciare al proprio stipendio.

Per i giovani, questa è un’opportunità molto interessante. Una nuova visione della vita, una scelta davvero audace, ma, tuttavia, che dà l’opportunità di vivere dignitosamente con un reddito umile.