Visitare Copenaghen in tre giorni: cosa vedere nella città della Sirenetta

da , il

    Come visitare Copenaghen in tre giorni? La capitale della Danimarca è una città così piena di vita e ricca di monumenti, musei e cose da fare, sia al suo interno che nelle vicinanze, che tre giorni permettono di visitare solo le sue attrazioni principali. Ma complici i voli low cost e le ormai diffusissime vacanze brevi all’estero, se avete la possibilità di stare in città per pochi giorni, ecco cosa vedere per sfruttare al meglio il vostro tempo. Arrivando a Copenaghen in mattinata, un possibile itinerario parte dalla Marmorkirken, una splendida chiesa in marmo che è sicuramente l’edificio religioso più bello della città, con una cupola sulla quale si può salire per ammirare il panorama mozzafiato di Copenaghen. Qui vicino si trova il palazzo di Amalienborg slot, la residenza della famiglia reale.

    A mezzogiorno potrete assistere alla caratteristica cerimonia del cambio della guardia, che inizia con una parata che parte dal castello di Rosenborg e si conclude a palazzo; nei giorni in cui la regina si trova qui, le guardie sono accompagnate anche da una banda, quindi se siete fortunati potrete assistere allo spettacolo al gran completo. Finita la cerimonia, potete proseguire in direzione della Sirenetta, la statua ed in generale l’attrazione più amata e fotografata della città: lungo il cammino potrete fermarvi a visitare la caratteristica Chiesa di Sankt Alban, una bellissima fontana al centro della quale troneggia l’imponente statua mitologica di Gefionspringvandet, e passare attraverso i meravigliosi giardini di Kastellet. Si giunge così finalmente alla famosissima sirenetta, e se avete in programma di fare una visita alla città quest’anno siete particolarmente fortunati, poichè la statua compie 100 anni il prossimo 23 agosto: in occasione di questa importante ricorrenza, il calendario di eventi è particolarmente ricco, e comprende una mostra fotografica che ne racconta la storia, un francobollo commemorativo e uno spettacolo in cui cento ragazze travestite da sirenette si tufferanno in acqua per formare il numero 100.

    In giornata potete anche visitare il famoso quartiere di Christiania, noto anche come Città Libera di Christiania, fondata da un gruppo di hippie nel 1971 e oggi parzialmente autogovernata: questo luogo è molto caratteristico poichè è consentito vivere con le proprie regole, e infatti qui vengono vendute alla luce del sole diverse droghe leggere (motivo per il quale è assolutamente vietato fare fotografie); ma a parte questo, potrete ammirare numerosi murales e fare acquisti alle pittoresche bancarelle ascoltando le jazz sessions che si tengono live per strada. La sera potete recarvi al Tivoli, il più famoso parco di Copenaghen, che in estate ospita sempre concerti, spettacoli ed eventi di ogni genere, ed è ancora più suggestivo grazie alle mille luci che lo illuminano; al suo interno si trovano diversi ristoranti, locali, bar, ma anche giostre e attrazioni per bambini, e non dimenticate di fare una visita all’Hard Rock Cafè all’ingresso!

    Il secondo giorno iniziate la vostra visita dalla Piazza Radhuspladsen, una delle più grandi della città, nella quale si trova il municipio di Copenaghen e da cui inizia il viale pedonale più lungo d’Europa: stiamo parlando dello Strøget, il centro nevralgico della città, su cui si affacciano un’infinità di negozi, boutique, grandi magazzini, e ovviamente ristoranti e bar. Continuando la vostra passeggiata arriverete in Piazza Kongens Nytorv, la Piazza del Re, dalla quale comincia Nyhavn, ossia l’antico porto di Copenaghen. Questa zona è davvero unica e pittoresca: sulle rive dei canali si affacciano le tipiche case colorate dai tetti spioventi in perfetto stile nordico, oltre a moltissimi bar e ristoranti in cui sedersi all’aperto a bere qualcosa godendosi il meraviglioso panorama circostante; da qui partono inoltre molti battelli turistici che permettono di vedere la città dall’acqua. Se siete single e questa romantica città vi fa sentire un po’ soli, provate a salire sull’autobus degli innamorati, dove forse potrete incontrare l’anima gemella sedendovi su uno dei “sedili dell’amore”!

    Per concludere la giornata potete visitare la famosa Rundetårn (Torre Rotonda), dalla quale si gode di un’emozionante panorama della città: essa è l’osservatorio astronomico più antico d’Europa, ed è anche uno dei punti migliori in assoluto per osservare il cielo, grazie alla sua imponente altezza di 209 metri. Il terzo giorno potrete dedicarlo alla visita del famoso Rosenborg Slot, il già citato Castello di Rosenborg, circondato da splendidi giardini che sicuramente meritano una visita, proprio come il suo interno: qui vedrete i sotterranei, alcune luccicanti corone, e bellissime sale tra cui la sala del trono. Se vi resta del tempo, finita la visita al castello, potete dedicarvi a uno dei vari musei: il NY Carlsberg Glyptotek ospita una notevole collezione di opere impressioniste di artisti come Van Gogh, Cezanne e Monet; il museo dedicato ad Hans Christian Andersen ricorda tutte le memorabili fiabe dello scrittore; il NationalMuseet è sicuramente il più bello, e racconta la storia della Danimarca con una suggestiva esposizione di antichi oggetti tra cui elmi, corni d’oro, strumenti da caccia e imbarcazioni.