Vigamus: a Roma nasce il museo del videogioco

da , il

    Vigamus: a Roma nasce il museo del videogioco

    A breve nascerà a Roma il museo del videogioco: Vigamus sarà la new entry del panorama museale della capitale. Appassionati di videogames, dovrete soltanto attendere il 2011.

    Un’area espositiva finora unica in Italia ed uno spazio interattivo che coniughi cultura del gioco e innovazione hi-tech: Vigamus a breve sarà il primo museo del videogioco.

    Una proposta che arricchisce l’offerta museale di Roma con uno spazio dedicato al fabulous mondo dell’universo virtuale.

    Si tratterà di uno spazio tutto dedicato al mondo dei videogiochi, un museo interattivo, dove promuovere, diffondere e preservare la cultura del videogioco, che sorgerà nel quartiere Prati della capitale.

    Già la città di Bologna aveva meditato uno spazio creato su questo tema, con gli ottocento videogiochi che a fine marzo 2009 avevano invaso la cineteca di via Azzo Giardino 65, tuttavia Roma segna l’avvento di un museo permanente.

    Il museo sarà costituito da un’area espositiva e informativa di mille metri quadrati, dove i visitatori potranno esplorare la storia e l’evoluzione del videogame.

    Un itinerario permanente vi permetterà di percorrere la storia del videogioco, in un intreccio di generi, personaggi, tecnologie e opere in cui tuffarvi per andare alla scoperta di questo oggetto simbolo di una cultura interattiva.

    Periodicamente verrà organizzato un programma di mostre a tema, senza contare una serie di eventi tra cui seminari, proiezioni, laboratori editoriali e creativi in una continua interazione tra cinema, letteratura e musica.

    Primo museo permanente europeo dedicato esclusivamente al medium videoludico, ViGaMus è un progetto dell’Associazione Italiana per le Opere Multimediali Interattive e conterrà al suo interno il Centro per lo Studio e la Ricerca sul Videogioco.

    A quando? L’apertura di Vigamus è prevista per il 2011, in via Sabotino a Roma.