Viaggio in Colombia sulle orme di Gabriel Garcia Marquez

da , il

    Viaggio in Colombia sulle orme di Gabriel Garcia Marquez

    Se state progettando un viaggio in Colombia, che ne dite di ricalcare le orme del suo scrittore più celebre, ovvero il premio nobel Gabriel Garcia Marquez? Probabilmente tutti quanto abbiamo letto almeno una volta nella vita ‘Cent’anni di solitudine’, lo splendido romanzo ambientato a Macondo, cittadina che nella realtà non esiste ma che è diventata un luogo mitico e leggendario della Colombia proprio in seguito alla pubblicazione del romanzo.

    Un viaggio in America Latina non può prescindere da riferimenti letterari: la letteratura sudamericana, infatti, è ricchissima di scrittori, poeti e romanzieri che hanno ambientato le loro storie nei loro luoghi di nascita. Basta pensare al Cile di Isabel Allende o al Brasile di Jorge Amado, senza dimenticare la Patagonia di Sepulveda, inclusa tra le 5 destinazioni imperdibili del 2010.

    La Colombia, patria indiscussa di Garbiel Garcia Marquez, ha deciso di onorare e mettere in rilievo il suo illustre concittadino offrendo ai turisti la possibilità di percorrere la Macondo Route, che prende il nome proprio dalla città immaginaria di ‘Cent’anni di solitudine’. Si tratta di un tour nella provincia settentrionale di Magdalena, dove Marquez è nato nel 1927.

    Il tour corre lungo una strada che da un lato guarda le montagne della Sierra Nevada de Santa Marta e dall’altro il Mar dei Caraibi: si passa per le città di Barranquilla e Santa Marta, facendo tappa anche ad Aracataca, paese che ha dato i natali allo scrittore.

    Ma non finisce qui: dopo essere passati per le piantagioni di banane, ci si ferma al Gabriel Garcia Marquez Museum, che ha aperto i battenti lo scorso marzo e poi si prosegue per Camellon Los Almendros, alla biblioteca di ‘Remedios la bella’ e alla Casa del Telegrafo.

    Un viaggio che rimarrà indubbiamente nel cuore di tutti coloro che hanno letto e riletto i romanzi dello scrittore, immaginando i luoghi e i personaggi: io partire seduta stante!