Varsavia: cosa vedere in due giorni per scoprire la sua storia

Varsavia: cosa vedere in due giorni? La capitale polacca è ricca di attrazioni, storia e monumenti tutti da scoprire. Ecco cosa visitare per innamorarsene e poi tornare.

da , il

    Varsavia

    Varsavia: cosa vedere in due giorni? La capitale polacca, come tutte le grandi capitali, è ricca di attrazioni, storia e monumenti tutti da scoprire. Ovviamente 48 ore sono davvero poche per poter addentrarsi a fondo nella realtà di questa città dal fascino magnetico, ma possono essere sufficienti per innamorarsene e decidere così di tornarci per un tempo più lungo. Sicuramente vi colpiranno la cordialità e l’ospitalità dei suoi abitanti, che in poco più di cinquant’anni hanno fatto rinascere una città nuova dalle macerie della Seconda Guerra Mondiale . Pronti a partire? Visto che il tempo stringe, armatevi di tante energie e curiosità, poi lasciate aperte le porte del cuore e iniziare il vostro tour di Varsavia da Stare Miasto, il centro storico, dichiarato Patrimonio dell’Umanità UNESCO.

    Come arrivare a Varsavia

    Milano Varsavia

    Non sapete come arrivare a Varsavia? Innanzitutto è ben collegata con voli diretti dai maggiori aeroporti italiani. Tuttavia, se non amate volare, potete sempre optare per il treno o anche l’auto. Dista da Milano poco più di 1500 chilometri: per raggiungere la capitale polacca in macchina, dovrete imboccare l’A2, in direzione di Vienna e attraversare la Repubblica Ceca. Se optate per il treno, Varsavia è ben collegata con Berlino (treno Berlino-Varsavia Express) in circa 6 ore di viaggio, con Colonia, Dresda, Lipsia, Praga, Kiev, Minsk, Vilnius, San Pietroburgo e Mosca (attraverso la Bielorussia). Pertanto dall’Italia, dovrete prima raggiungere Berlino o Colonia, le due città più vicine.

    Cosa vedere a Varsavia

    Centro Varsavia

    Cosa c’è da vedere a Varsavia in due giorni? In realtà, come anticipato in apertura, troppo! Quindi cerchiamo di focalizzarci sull’essenziale, l’imperdibile che vi farà perdere la testa per la capitale polacca.

    Partite il vostro fast tour dal centro storico della città: qui, quasi tutti gli edifici sono stati rasi al suolo a causa dei bombardamenti della Seconda Guerra Mondiale, ma gli abitanti di Varsavia li hanno ricostruiti, in maniera fedele all’originale, con dedizione e passione: camminando tra i vicoli della città vecchia, circondata dalla cinta muraria del Barbacane, potrete ammirare chiese gotiche e palazzi rinascimentali. In breve, vi ritroverete nel cuore di Stare Miasto, la Piazza Rynek Starego Miasta: chiamata Piazza del Mercato, durante i secoli ha costituito il centro nevralgico di tutta la città, un punto di riferimento economico, sociale e culturale di fondamentale importanza.

    Sul lato orientale della piazza, all’ingresso della città vecchia, si trova il Castello Reale, ricostruito minuziosamente dopo la sua quasi totale distruzione: al suo interno potrete osservare gli arredi originali con mobili, quadri e suppellettili salvati dai bombardamenti.

    Non lontano, sempre a Stare Miasto, si trovano la Cattedrale di San Giovanni e le mura del Barbacane, lungo le quali si può passeggiare ammirando il panorama circostante. Se avete voglia di vedere qualcosa di più inusuale ed insolito, recatevi nel quartiere di Wola e non perdetevi la Keret House, la casa più piccola del mondo, costruita su due piani nello spazio record di 14,5 metri quadrati.

    Il passato di Varsavia

    monumento alla rivolta di varsavia

    Per comprendere il passato di Varsavia, includete una visita al ghetto ebraico e al cimitero ebraico, il più grande d’Europa, oltreché al Museo della Rivolta, che grazie alle sue testimonianze ripercorre la storia della Resistenza polacca contro l’occupazione nazista. Mantenendo lo sguardo rivolto al passato, visitate anche il Monumento alla Rivolta di Varsavia, a Stare Miasto, ed il Monumento agli Eroi del Ghetto, morti durante l’insurrezione del ghetto nel 1943.

    Dirigetevi poi al Palazzo della Cultura e della Scienza, voluto da Stalin durante il comunismo per simboleggiare la cultura socialista nel corso della Guerra Fredda: rimarrete impressionati dalla sua imponenza e dalle sue 3.000 stanze, racchiuse in un enorme edificio alto ben 242 metri. Se siete amanti, oltreché della storia, anche dei panorami mozzafiato, salite sulla meravigliosa terrazza panoramica all’ultimo piano, e avrete il piacere di ammirare tutta la città dall’alto da una affascinante prospettiva.

    I parchi di Varsavia

    Lazienki Królewskie Park

    Un’altra cosa da non perdere a Varsavia sono i numerosi parchi: se volete rilassarvi, facendo una passeggiata all’aria aperta, nulla è meglio del Lazienki Królewskie Park, un complesso costituito da diversi edifici e un incantevole giardino che si estende per 76 ettari. Qui, potrete inoltre ammirare il monumento costruito in onore di Fryderyk Chopin e il famoso Palazzo sull’acqua, uno dei migliori esempi dell’architettura polacca.

    Cosa comprare a Varsavia

    Zlote Tarasi

    Cosa comprare a Varsavia? Tutta la Polonia, come anche la sua capitale, è famosa per l’ottima vodka e per i gioielli. Le vie per le fashion addicted sono Nowy Swiat e Chmielna: normalmente frequentate dai benestanti, pullulano di gioiellerie, negozi di antiquariato, boutique e gallerie. Qui potrete trovare anche i migliori brand di abbigliamento occidentali.

    Se invece siete in cerca di souvenir o prodotti tradizionali polacchi, dirigetevi verso la Città Vecchia: qui troverete anche un numero enorme di centri commerciali, molto apprezzati dai polacchi. Zlote Tarasi, in pieno centro, non potrete non notarlo: coperto da un’immensa bolla di vetro, racchiude negozi in stile europeo, piccole boutiques e molto altro ancora.

    Fate attenzione agli orari: il sabato, i negozi più piccoli chiudono un po’ prima e la domenica restano chiusi, mentre i supermercati e i negozi appartenenti alle catene estere sono di solito aperti tutti i giorni, fino a tardi.

    Scoprite le bellezze di Varsavia nella fotogallery