Teufelsberg, la stazione radar di Berlino

da , il

    Attualmente Berlino è la capitale dove tutto sembra succedere: arte, eventi, musica, questa città nel cuore della Germania forma un’isola differente dal resto del mondo tedesco. Una città dove la storia si mescola agli elementi della città, creando una contaminazione unica nel suo genere.

    Impossibile perdere una città come Berlino. Non soltanto per i moltissimi eventi di cui il calendario della metropoli tedesca è realmente ricco, ma per l’atmosfera unica che si respira tra le strade berlinesi.

    Qui la storia è un fatto ancora relativamente recente, una polaroid che ha impregnato le coscienze e disegnato una geografia metropolitana unica nel suo genere. A Berlino immensi capannoni e spazi precedentemente utilizzati dalle organizzazioni naziste durante la guerra sono diventati squat occupati da laboratori d’arte.

    L’arte è nata dalle zone più periferiche per intessere una Berlino non più divisa dall’ombra schiacciante di un muro. Ancora vivide nelle coscienze sono la Guerra Mondiale e il periodo della Guerra Fredda, complici nello sconvolgere la vita della Germania.

    Uno di questi luoghi in cui il presente incontra la Storia è Teufelsberg, la vecchia stazione radar abbandonata, che troverete esplorando la periferia ovest della città.

    Teufelsberg è una collina artificiale, che venne costruita utilizzando le macerie di migliaia di palazzi distrutti dalle bombe durante la Seconda Guerra Mondiale.

    Da questa collina potrete osservare la città in una prospettiva privilegiata, incontrando, proprio sulla sommità il centro di ascolto della National Security Agency americana, abbandonato dopo la caduta del muro di Berlino.

    Tra le leggende metropolitane si mormora che sotto la collina si trovi un tunnel, che nasconderebbe una scuola militare segreta costruita dai nazisti e il cui ingresso sarebbe situato tra le vecchie strutture e le antenne, ora da tempo non utilizzate.

    Certamente tutta la zona è ricca di botole, passaggi, ascensori e macchinari, che infittiscono la sensazione di una Storia ancora vibrante di mistero.