Spiagge Bandiera Blu 2014: 269 premiate, Liguria in testa

da , il

    Avete deciso di trascorrere le vostre vacanze estive in Italia? Non potevate fare una scelta più azzeccata, perché quest’anno le spiagge con Bandiera Blu sono ben 269. Dal Veneto alla Sicilia, passando per la Toscana, le infinite sfumature di blu del mare e di bianco delle spiagge, vi renderanno la scelta della meta vacanziera davvero ardua. Sono 140 in tutto i comuni che potranno fregiarsi della famosa Bandiera Blu, il riconoscimento internazionale della Fondazione per l’educazione ambientale (Fee), assegnato nell’ambito della 28esima cerimonia di premiazione, avvenuta alla presenza dei sindaci.

    La Liguria si conferma la regina indiscussa dello Stivale, con ben 20 località premiate, l’Abruzzo invece si conquista la maglia nera, scendendo a quota dieci (ne ha perse quattro dallo scorso anno). Al secondo posto si piazza la Toscana con 18 (più uno rispetto allo scorso anno), mentre al terzo troviamo le Marche con 17. A seguire incontriamo l’Emilia Romagna con 9, una in più dello scorso anno, la Campania ferma a 13 e la Puglia che riconferma le 10 del 2013, il Veneto raggiunge 7 bandiere come il Lazio; Sardegna e Sicilia vantano entrambe 6 località. Scendendo ulteriormente nella classifica troviamo la Calabria con 4, il Molise con 3, il Friuli Venezia Giulia con 2 e la Basilicata con una sola località.

    Le Bandiere Blu non sono riservate soltanto alle località marine, vengono infatti assegnate anche ai lidi lacustri, che per il 2014 vedono il Trentino-Alto Adige svettare la classifica con 5 comuni. Lombardia e Piemonte conquistano invece una sola bandiera.

    Si annoverano anche 62 località turistiche premiate per ‘la qualità e quantità dei servizi erogati nella piena compatibilita’ ambientale’.

    Quali sono le regole utilizzate per l’assegnazione dell’ambitissima Bandiera Blu? Esistono criteri fondamentali che una località deve rispettare perché possa essere premiata: il rispetto della raccolta differenziata, la depurazione delle acque reflue e della rete fognaria che deve coprire almeno l’80% del territorio, ottima qualità delle strutture alberghiere, la presenza di aree pedonali e ciclabili, servizi balneari e spazi dedicati all’educazione ambientale all’interno delle scuole e per i turisti.

    Il presidente della Fee Italia, Claudio Mazza, ha dichiarato a tal proposito:

    ‘È con soddisfazione che vediamo anche per il 2014 un incremento di Bandiere Blu, ben 140 comuni, a significare, nonostante la situazione economica, la priorità di scelte sostenibili di tante località turistiche. L’attenzione all’ambiente in ogni sua declinazione è l’elemento di partenza per sviluppare una destinazione turistica. Soprattutto oggi, con un turismo sempre più attento al lato green delle proprie scelte’.

    Ma vediamo nel dettaglio quali sono le New Entry del 2014 e i nomi di tutte le spiagge premiate, regione per regione.

    Sul totale di 140 Comuni, i nuovi ingressi sono: Trebisacce (CS), Gatteo Mare (Forlì-Cesena), Gaeta, Santo Stefano al Mare (Im), Pietra Ligure, Margherita di Savoia (Puglia), Pozzallo (Ragusa), Marsala (Tp), Marciana Marina (Isola D’Elba), Chioggia (Ve), Calceranica al Lago, Caldonazzo, Pergine Valsugana e Tenna.

    Ecco invece i nomi di tutte le spiagge premiate, lungo tutto lo Stivale.

    Lombardia: Gardone Riviera (Brescia).

    Trentino Alto Adige: oltre ai già citati Calceranica al lago, Caldonazzo, Pergine Valsugana e Tenna, Levico Terme.

    Liguria: Bordighera, Santo Stefano al mare – Baia azzurra, San Lorenzo al Mare (Imperia); Loano, Pietra Ligure Ponente, Finale Ligure, Noli, Spotorno-Zona Moli Sirio e Sant’Antonio, Bergeggi, Savona-Fornaci, Albissola Marina, Albisola Superiore, Celle Ligure, Varazze (Savona); Chiavari, Lavagna, Moneglia (Genova); Framura, Lerici e Ameglia-Fiumaretta (La Spezia).

    Toscana: Viareggio (Lucca); Pisa-Marina di Pisa, Calambrone, Tirrenia (Pisa); Livorno-Antignano, Quercianella, Rosignano Marittimo-Castiglioncello, Vada , Cecina-Marina, Le Gorette, Bibbona-Marina, Castagneto Carducci, San Vincenzo, Piombino-Parco naturale della Sterpaia, Marciano Marina-La Fenicia (Livorno); Follonica, Castiglione della Pescaia, Grosseto-Marina di Grosseto, Principino a mare, Monte Argentario (Grosseto).

    Friuli Venezia Giulia: Grado e Lignano Sabbiadoro.

    Veneto: San Michele Al Tagliamento-Bibione, Caorle, Eraclea-Eradea Mare, Jesolo, Cavallino Treporti, Venezia-Lido di Venezia e Chioggia-Sottomarina.

    Emilia Romagna: Comacchio-Lidi Comacchiesi (Ferrara), Ravenna-Lidi Ravvenati, Cervia-Milano Marittima (foto), Pinarella (Ravenna), Cesenatico, Gatteo-Gatteo Mare, San Mauro Pascoli- San Mauro mare (Forlì-Cesena), Bellona Igea Marina, Misano Adriatico e Cattolica (Rimini).

    Marche: Gabicce mare, Pesaro, Fano, Monclolfo-Marotta (Pesaro Urbino), Senigallia, Ancona-Portonovo, Numana (foto), Sirolo (Ancona), Potenza Piceno-Porto Potenza Piceno, Civitanova Marche (Macerata), Porto Sant’Elpidio, Fermo-Lido Marina Palmese, Porto San Giorgio, Pedaso-Lungomare centro (Fermo); Cupra Marittima, Grottammare e San Benedetto del Tronto (Ascoli Piceno).

    Abruzzo: Tortoreto, Roseto degli Abruzzi Lungomare Centrale Marra rosa, Sud, Pineta-Torre Cerrano, Silvi-Lungomare centrale (Teramo), Francavilla al Mare-Lido Asterope, San Vita Chietino, Rocca San Giovanni-Cavalluccio, Fossacesia, Vasto-Punta Penna, Vignola San Nicola, San Salvo-Marina (Chieti).

    Molise: Petacciato-Marina, Termoli, Campomarino-Lido (Campobasso).

    Lazio: oltre a Gaeta, Anzio (Roma), Marina di Latina, Sabaudia, San Felice Circeo, Sperlonga e Ventotene-Cala Nave.

    Campania: Anacapri-Punta Faro, Gradola, Massa Lubrense (Napoli), Positano, Agropoli-Lung.re San Marco, Trentova, Castellabate, Montecorice-Agnone, Capitello, Pollica-Acciaroli, Pioppi, Casal Velino, Ascea, Pisciotta, Centola-Palinuro, Vibonati, e Sapri-Lido di Sapri San Giorgio (Salerno).

    Basilicata: Maratea.

    Puglia: oltre a Margherita di Savoia: Polignano a Mare, Monopoli-Lido Rosso, Castello S.Stefano, Capitolo (Bari), Fasano, Ostuni (Brindisi), Ginosa-Marina di Ginosa (Taranto), Otranto, Melendugno, Castro e Salve (Lecce).

    Calabria: oltre a Trebisacce, Cirò Marina, Melissa-Torre Melissa (Crotone) e Roccellaionica (Reggio Calabria).

    In Sicilia: Lipari, Vulcano (Messina), Ispica, Pozzallo, Ragusa-Marina di Ragusa (Ragusa), Menfi, Marsala-Signorino (Agrigento).

    Sardegna: Santa Teresa Gallura-Reno Bianca, Capo Testa ponente, La Maddalena, Caprera, Palau (Olbia Tempio), Oristano Torre Grande (Oristano), Tortoli’-Lido di Orri, Lido di Cea (Ogliastra), Quartu Sant’Elena-Poetto (Cagliari).