Settimana bianca 2015 low cost: le mete da non perdere

da , il

    Vediamo insieme le mete low cost da non perdere per godere di una settimana bianca nei primi mesi del 2015, ovvero da gennaio a marzo, approfittando delle analisi svolte da un noto motore di ricerca dedicato esclusivamente al mondo dei viaggi. Ecco dunque quali sono le destinazioni più economiche sia in Europa e in Italia, all’insegna di una vera e divertente settimana bianca low cost.

    Kayak ha effettuato la sua ricerca di mete speciali che offrono molto al turista, e che costano relativamente poco.

    Settimana bianca 2015 low cost in Europa

    Come abbiamo già rilevato anche nei mesi finali del 2014, in Europa è la Bulgaria ad offrire i migliori prezzi agli amanti della neve. Qui la località sciistica più rinomata è Bansko. Le offerte a gennaio partono da un minimo di 30 euro per notte. A febbraio la media dei prezzi scende a 27 euro. In Germania è poi possibile trovare offerte a gennaio a partire da un costo medio di 91 euro a persona per notte. A febbraio la media dei prezzi è di 86 euro, e quindi si risparmia un po’ di più. Da ricordare che la Germania è il paese che dispone del maggior numero di strutture con piscina al coperto (27%). In Francia la migliore destinazione in fatto di prezzo settimanale dello ski pass è Courchevel, in Francia, dove costa in media 180 euro, ma in genere il paese si è classificato come la meta più costosa per una vacanza sulla neve anche a livello europeo. Il paese però è quello con la percentuale più alta di alberghi con vasca idromassaggio (37%).

    Località turistiche sulla neve in Italia

    Le località turistiche più popolari in Italia offrono un prezzo medio a partire da 124 euro a gennaio e 123 euro a febbraio. Tra le principali destinazioni italiane, la meta più conveniente a gennaio è Bormio. I prezzi mediamente partono da 71 euro per alberghi a 3 stelle e 84 euro per alberghi a 4 stelle. A febbraio, invece, le mete più economiche sono Bressanone (a partire da 76 euro in alberghi a 3 stelle) e Sestriere (a partire da 102 euro per alberghi a 4 stelle). Le destinazioni più care sono San Cassiano, per quanto riguarda il mese di gennaio, mentre Cervinia è la meno economica a febbraio.

    Centri benessere sulla neve

    L’Italia si posiziona al primo posto per la percentuale di strutture ricettive che offrono centro fitness (24%) e centro benessere (32%), ma sono due le principali località con la percentuale più alta di hotel che offrono servizi per rilassarsi dopo una giornata di sci: Badia risulta essere la migliore per centro fitness (65%), sauna (76%) e vasca idromassaggio (71%). Madonna di Campiglio detiene, invece, la più alta percentuale di strutture con piscina al coperto (39%) e centri benessere (51%).