Scoperto nuovo fossile di un animale vissuto circa 120 milioni di anni fa

La scoperta di un nuovo fossile risalente a circa 120 milioni di anni fa ha dell’incredibile, ecco di cosa si tratta e quale è la sua importanza riguardo al processo evolutivo dei volatili.

Scoperto nuovo fossile
Scoperto nuovo fossile – viaggi.nanopress.it

Fra uccelli e dinosauri pare che vi sia un filo di parentela, e l’ipotesi che gli uccelli discendono dai dinosauri oggi è quasi una certezza. Le ricerche svolte negli ultimi anni dagli scienziati hanno permesso di scoprire numerosi dettagli sull’evoluzione degli uccelli, e la scoperta di un fossile ritrovato in Cina di recente permetterà di chiarire ulteriormente altri aspetti riguardante il loro processo evolutivo. Vediamo in cosa consiste questa scoperta interessante!

La scoperta del fossile è avvenuta in Cina

Un fossile bizzarro è stato ritrovato in Cina. Si tratta di una creatura ibrida, avente la testa di dinosauro e il corpo di uccello. Pare che questa creatura sia vissuta circa 120 milioni di anni fa ed è stata denominata Cratonavis zhui.

scoperto fossile animale ibrido
Scoperto fossile di animale vissuto 120 milioni di anni fa – viaggi.nanopress.it

A condurre lo studio sul fossile è stato un team di ricercatori condotto dagli scienziati della Chinese Academy of Sciences (Cas). Lo studio, coordinato da Zhou Zhonghe, è stato documentato sulla rivista Nature ERcology & Premium.

Gli scienziati hanno analizzato i resti

I resti analizzati dagli scienziati sono stati sottoposti alla tomografia computerizzata ad elevata risoluzione. i pezzi mancanti sono stati ricostruiti digitalmente e questo ha permesso di avere un quadro chiaro dello scheletro del fossile.

Nel dettaglio, è stato possibile avere un quadro chiaro del cranio dell’animale, che ha ben poco di un uccello, visto che somiglia per la forma al tirannosauro.

Uno degli scienziati, Zhiheng Li, ha detto che buona parte degli uccelli appartenenti al Cretaceo non era capace di muovere in maniera indipendente dal cranio il becco superiore.

Caratteristiche del fossile ritrovato

Il Cratonavis, per le sue caratteristiche, prende posto nell’albero genealogico dei dinosauri, ma ovviamente nel ramo aviario. In pratica, questo fossile sta fra gli Ornithothoraces e lo Archaeopteryx.

fossile ritrovato uccello dinosauro
Ritrovamento del fossile – viaggi.nanopress.it

Come dice il nome, avevano varie caratteristiche uguali a quelle dei moderni uccelli. Un’altra caratteristica del fossile ritrovato riguarda le scapole e i metatarsi, che sono molto lunghi, dettaglio che non hanno i moderni uccelli.

Stando a quanto detto dagli studiosi, nel processo di evoluzione da dinosauri a uccelli, il primo metatarso avrebbe avuto un cambiamento naturale di selezione che lo ha accorciato, raggiungendo così una lunghezza di un quarto rispetto a quella del secondo metatarso.

Invece, per le scapole, si ipotizza che l’osso lungo andasse a compensare l’assenza di uno sterno che facesse da superficie ai muscoli pettorali.