Scoperta senza precedenti, individuati i resti di un enorme dinosauro: nascosti proprio qui

Una scoperta inaspettata che ha lasciato tutti senza parole. Siamo in Portogallo ed è il 2017 quando avviene la scoperta. Perché torniamo a parlarne? Perché è solo oggi che, archeologi e paleontologi, hanno trovato la risposta a molte domande. 

Resti di un enorme dinosauro
Resti di un enorme dinosauro –

Serendipity è una parola che indica la circostanza per la quale, del tutto casualmente, si fa una scoperta importante mentre si è presi dal fare tutt’altro. Una parola che si addice assolutamente a quello di cui parliamo oggi, una scoperta notevole avvenuta per puro caso. Siamo in Portogallo ed è il 2017 quando, durante i lavori di ristrutturazione di una proprietà privata, i padroni di casa hanno ritrovato i resti di un vero dinosauro.

Comprensibile lo shock iniziale, di certo non si aspettavano un evento del genere. Eppure, forse ancora non sapevano che avrebbero fatto la felicità di archeologi e paleontologi che, da quel giorno e sino ad oggi, si sono dedicati al reperto archeologico. Finalmente, oggi, abbiamo delle riposte alle tante domande sorte intorno a questo ritrovamento.

Il grande dinosauro ritrovato il Portogallo

In Portogallo, precisamente nella regione di Pombal, dei comuni cittadini hanno ritrovato i resti di un dinosauro mentre erano intenti a fare i lavori di ristrutturazione nel loro giardino. Subito dopo la scoperta, hanno contattato esperti e studiosi per dichiarare ciò che avevano trovato. Una squadra di paleontologi e archeologi esperti si è messa subito a lavoro per seguire gli scavi e analizzare i resti del reperto antico.

Archeologi
Archeologi – viaggi.nanopress.it

Ad oggi, finalmente, possiamo sapere qualcosa in più sul dinosauro ritrovato. Infatti, a distanza di ben cinque anni dal rinvenimento, la squadra di studiosi portoghesi e spagnoli ha saputo dare delle risposte concrete. Iniziamo col dire di che tipo di dinosauro si tratta: è un esemplare appartenente alla specie dei sauropodi che ha vissuto circa 145 milioni di anni fa. I primi esemplari di questi dinosauri sono stati osservati in Asia e in America e, solo dopo, sono apparsi anche in Europa.

Archeologi e studiosi già osservando le dimensioni dei resti rinvenuti hanno dedotto che si trattasse di uno dei più grandi esemplari della sua specie. Di fatti era molto grande, con una lunghezza di circa venticinque metri e un peso che si aggira attorno alle settantasette tonnellate. Stando a quanto dichiarato dagli esperti della Facoltà di Scienze all’Università di Lisbona, dovrebbe trattarsi del più grande dinosauro mai scoperto o ritrovato in tutta Europa.

Sauropode
Sauropode – viaggi.nanopress.it

Questa specie di dinosauro è caratterizzata da collo e coda lunga e da una testa molto piccola rispetto al resto del corpo, tanto da sembrare quasi sproporzionata. In pratica, la loro immagine corrisponde esattamente a come, di solito, immaginiamo sia fatto un dinosauro. Comunque, nonostante la loro impressionante grandezza che potrebbe spaventare chiunque, si tratta di dinosauri tendenzialmente non pericolosi ed erbivori.

Curiosità sui sauropodi

Che sono erbivori, lo abbiamo già detto e forse per qualcuno è stata una strana scoperta. Ma ci sono altre particolarità che appartengono a questi dinosauri. Alcuni esemplari della Cina, ad esempio, possedevano una mazza ossea posizionata all’estremità della coda e corredata da spine pungenti. È noto anche un esemplare di sauropada che appartiene ai Brachytrachelopan e che, per questo, presenta un collo molto corto al contrario di tutti i suoi simili sauropodi.