San Pietroburgo: cosa vedere in tre giorni nella Venezia del Nord

[galleria id=”7245″]

San Pietroburgo è considerata la “Venezia del Nord”: cosa vedere in tre giorni in questa suggestiva e maestosa città ricca di storia e cultura, per coglierne l’essenza e il fascino anche in poco tempo? Sicuramente ci sono alcune mete imperdibili, che non possono mancare in una visita a San Pietroburgo, per quanto breve: una di queste è il Museo dell’Ermitage, nel centro della città, uno spettacolare complesso di palazzi che ospita una delle più importanti e prestigiose collezioni d’arte del mondo. L’Ermitage faceva originariamente parte della reggia imperiale in cui abitavano gli zar Romanov, e comprende il Palazzo d’Inverno, il Teatro dell’Ermitage, il Palazzo di Marmo e il Giardino d’Estate. Tutti questi magnifici palazzi sorgono sul lungoneva Dvorcovaja, una strada che costeggia il fiume Neva.

Il Museo dell’Ermitage ospita una collezione di prestigiosi dipinti, appartenenti ai pittori più famosi del mondo e di tutti i tempi: da Caravaggio a Leonardo da Vinci, da Cezanne a Renoir, da Tiziano a Van Gogh, da Rubens a Matisse, da Degas a Gauguin, per citare solo alcuni illustri nomi; la cosa migliore è prenotare in anticipo una visita guidata al museo, per conoscere meglio la sua storia e i suoi quadri, e per evitare di sprecare tempo prezioso in coda. Sempre nel centro storico della città si trova la Cattedrale del Salvatore sul Sangue Versato, così chiamata perchè costruita nel punto esatto in cui fu assassinato, nel 1881, l’imperatore Alessandro II. La chiesa è una dei più famosi monumenti della città, caratterizzata da uno stile che ricorda l’architettura moscovita; all’esterno è infatti molto simile alla Cattedrale di San Basilio, mentre all’interno è interamente ricoperta da 7.000 metri quadrati di mosaici, che la rendono unica nel suo genere e le hanno valso un posto nel Guinnes dei Primati.

Nel cuore del centro storico si trova anche la Cattedrale di Sant’Isacco, imperdibile per la sua magnificenza: essa è la più imponente di tutta la città, caratterizzata da un’enorme cupola dorata costruita con oltre 100 kg di oro puro, e da ricchissime decorazioni interne che colpiscono per la loro lucentezza, regalata da lapislazzuli, pietre preziose e malachite; percorrendo 200 gradini si può salire in cima al colonnato della cattedrale, e da qui ammirare il panorama mozzafiato del centro storico di San Pietroburgo. Una visita irrinunciabile è anche quella alla Fortezza dei Santi Pietro e Paolo, la cui costruzione diede inizio alla conseguente espansione di tutto il resto della città: essa fu costruita nel 1703 per diventare una cittadella fortificata anche se non fu mai usata per scopi militari, perchè i nemici non si avvicinarono mai così tanto alla città; al suo interno si possono visitare, per esempio, le ex caserme, la Cattedrale dei Santi Pietro e Paolo, dove sono sepolti tutti gli imperatori Romanov, la Zecca di San Pietroburgo, e la casa del custode della fortezza.

Durante una visita a San Pietroburgo, vedere il famosissimo balletto russo al Teatro Mariinskij e fare un giro in battello lungo i canali della città, per ammirare i suoi monumenti da una diversa prospettiva, sono due indimenticabili esperienze che permettono di entrare meglio in contatto con la cultura russa e con lo stile architettonico di San Pietroburgo; e se viaggiate in estate, non dimenticatevi delle famose notti bianche, durante le quali non tramonta mai il sole, da godere passeggiando sui suggestivi ponti che attraversano la Neva. Per quanto riguarda la vita notturna, non perdetevi Piazza Konjushennaja e via Dumskaja, affollatissime di locali alla moda e turisti da tutto il mondo. Interessanti sono anche le visite alla Cattedrale di San Nicola del Mare, che vi colpirà grazie alle sue pareti bianche e azzurre e alle cupole dorate, e alla Cattedrale di Kazan, la principale della città, la cui architettura esterna ricorda quella della Basilica di San Pietro a Roma; essa si trova nella Nevsky Prospect, la Prospettiva Nevsky, ovvero la via principale che attraversa tutta la città, voluta da Pietro il Grande.