Questi errori ti rovinano, ecco cosa non fare quando stai prenotando la vacanza

Piccoli errori, sviste e distrazioni possono danneggiare il relax e il piacere di una vacanza.

Prenotare le vacanze
Prenotare le vacanze – Viaggi.Nanopress.it

Una vacanza è la realizzazione di un sogno, un mezzo per sfuggire alla quotidianità e allo stress. Un regalo, un obiettivo e, in breve, senza dubbio, un’esperienza emozionante.

Ma a volte, contrariamente alle aspettative, alcuni errori o disattenzioni possono compromettere il divertimento, il relax e l’essenza del viaggio.

Gli errori da non compiere mai

Non documentarsi sulle regole di viaggio in vigore al momento

Il primo errore da non fare per evitare inconvenienti spiacevoli, soprattutto di questi tempi, è quello di non informarsi, ancor prima di programmare la vacanza, sulle norme di viaggio in vigore al momento della partenza per la destinazione desiderata. E non farsi domande importanti come “Devo presentare dei tamponi negativi?” “Serve un ciclo di vaccinazione completo”?

pianificare viaggio
Organizzazione viaggio – viaggi.nanopress.it

Non essere adattabile e non informarsi sui posti di interessi che si vuole visitare

Anche se l’effetto sorpresa è allettante, è importante stilare una lista di luoghi da visitare e informarsi sulla cultura e la cucina locale quando si visita un posto nuovo per la prima volta. In questo modo, non dovrete preoccuparvi di perdere i momenti salienti o di non conoscere le usanze e le tradizioni locali.

Naturalmente, l’elenco non deve diventare un “obbligo”. Deviazioni, decisioni dell’ultimo minuto e destinazioni non pianificate sono fonte di adrenalina ed eccitazione.

Prenotare pochi giorni prima

Aspettare l’ultimo momento e cercare di approfittare di offerte imperdibili può sembrare una buona soluzione, ma nella maggior parte dei casi prenotare all’ultimo momento non è così vantaggioso, soprattutto in alta stagione.

È quindi molto meglio muoversi con diversi mesi di anticipo e decidere la data di prenotazione (almeno una o due settimane prima della partenza).

Prenotare una vacanza – viaggi.nanopress.it

Non imparare le parole comuni

Quando si viaggia all’estero, imparare le parole più usate nella lingua locale farà una grande differenza per il senso di sicurezza e il contatto con le persone.

Prima di partire, stilate un elenco di parole del vocabolario di base e conservatelo nella sezione “note” del vostro cellulare, per esempio, in modo da averlo sempre a portata di mano.

Scegliere voli con tempi di collegamento brevi

Andare e tornare dalla tua vacanza potrebbe essere una delle parti più stressanti dell’intero viaggio perché ci sono così tanti elementi fuori dal tuo controllo, ed uno dei più imprevedibili è il viaggio aereo.

Se ti capita di prenotare voli in coincidenza per la tua destinazione finale, assicurati di avere tutto il tempo durante le soste (il minimo suggerito è di due ore) in caso di emergenza! Perdere un volo in coincidenza non solo consuma il tuo prezioso tempo di vacanza, ma può costarti di più!

Che si tratti del tempo, di problemi meccanici o di qualsiasi altro motivo per un ritardo, puoi stare tranquillo sapendo che avrai abbastanza tempo per scendere dal tuo volo attuale e salire sul prossimo senza dover riprogrammare e rimanere nel limbo per ore.

Non avere tempo a sufficienza per preparare i bagagli (e avere più bagagli del necessario)

La preparazione prima della partenza è uno degli elementi più importanti nella pianificazione di una vacanza.

A tal fine, è utile fare il bucato qualche giorno prima e metterlo direttamente in valigia invece di riporlo nell’armadio. Questo vi aiuterà naturalmente a decidere cosa indossare e portare con voi durante il viaggio.

Ecco un altro errore da evitare: portare con sé più di quanto sia necessario. Per evitare viaggi ingombranti e pieni di vestiti e accessori inutilizzati, la soluzione è scegliere una valigia più piccola e chiedersi per quanto tempo si viaggerà e quanti abiti si potranno indossare più volte durante il soggiorno.

Non controllare la data di scadenza del passaporto

Molti requisiti per l’ingresso all’estero prevedono che il tuo passaporto non scada entro tre, anche sei mesi, dopo la data in cui prevedi di partire dal paese che stai visitando.