Posti più inaccessibili del mondo: quali sono e dove si trovano?

da , il

    Posti più inaccessibili del mondo: quali sono e dove si trovano?

    Quali sono i posti più inaccessibili del mondo, quelli dove anche con tutta l’attrezzatura tecnica e il favore degli dei è quasi impossibile arrivare?

    L’uomo ha da sempre avuto voglia di esplorare il mondo, spingendosi ogni volta più lontano: pensate all’eterna ricerca di Atlantide e a tutti i luoghi mitici cercati per secoli. All’inizio il luogo che sembrava impossibile superare erano le famose Colonne d’Ercole, simbolo dell’ingresso nell’Aldilà. Ma andare con la mente ai grandi poemi epici, come l’Odissea, o alle vicende che hanno portato i grandi navigatori a scoprire l’America, un continente che fino al 1492 era totalmente sconosciuto.

    Nonostante l’evoluzione, il mondo è vasto e ancora oggi sulla Terra ci sono luoghi inospitali e inaccessibili: vediamo insieme quali sono.

    Tibet

    Portala Palace in Tibet

    Benchè oggi sia entrato nei programmi di alcuni tour operato, il Tibet custodisce il luogo più inaccessibile del mondo: non ha un nome, ma le sue coordinate sono 34.7°N, 85.7°E: per raggiungerlo bisogna prima arrivare a Lhasa o Korla e da qui prepararsi per un viaggio di 3 settimane a piedi a un’altitudine di 5.200 metri che mette a dura prova il fisico (e anche la condizione delle strade non aiuta).

    Foresta Amazzonica

    Foresta Amazzonica

    Anche se le meraviglie dell’Amazzonia sono sempre più inserite tra i programmi di viaggio, la foresta più estesa del mondo nasconde ancora molti luoghi inaccessibili. Nonostante l’industrializzazione e il commercio abbiano aumentato la rete fluviale e il numero di strade percorribili, il 20 per cento del territorio è ancora impervio e dista almeno due giorni di viaggio dal centro abitato più vicino.

    Monte Rosa in Italia

    Monte Rosa

    Senza andare troppo lontano da casa, ci sono luoghi inaccessibili anche in Italia: per esempio il Monte Rosa. Certo forse il Cai avrebbe qualcosa da ridire, ma la scelta di inserire il Monte Rosa in classifica è stata fatta direttamente dal Joint Research Center dell’Unione Europea. Che a proposito di Italia inserisce in elenco, ovviamente con le cautele del caso, anche il Monte Cevedale nel Parco nazionale dello Stelvio.

    Deserto del Sahara

    Sahara

    No, non basta saper cavalcare un cammello e accodarsi a una carovana per affrontare il temibile deserto del Sahara: anche se avete fatto un’escursione completa e avete dormito nell’oasi passando la notte a guardare le stelle, il Sahara rimane uno dei luoghi meno ospitali e accessibili del mondo. Perchè è molto vasto, impervio, arido, senza acqua e alcune zone sono totalmente lontane da oasi e centri abitati.

    Artide e Antartide

    Antartide

    Non vale dire che tanto ci abitano i pinguini: anche se l’Antartide sta diventando uno dei luoghi più strani dove trascorrere le vacanze, è ovvio che Polo Nord e Polo Sud rimangono zone dove ‘inaccessibile’ è dire poco: qui tutto è ghiaccio e acqua, le temperature sono le più rigide del mondo e le condizioni di vita praticamente sfiorano l’impossibile.

    Himalaya

    Himalaya

    Non importa che sia il versante tibetano o quello nepalese: l’Himalaya rimane uno dei posti più impervi e meno facili da raggiungere. Sarà perchè qui ci sono le cime più alte del mondo? O perchè il tempo impiegato per raggiungere il più vicino centro abitato è lunghissimo? O perchè fa freddissimo?

    L’isola di Socotra

    Isola di Socotra

    Socotra è un’isola dello Yemen: certo è molto bella e alcuni fortunati turisti ci vanno pure. Fa parte del patrimonio dell’umanità dell’Unesco e la sua particolarità è che per quattro mesi all’anno l’isola è irraggiungibile a cusa delle tempeste monsoniche, che la isolano completamente dal resto del mondo.

    Tristan da Cuhna

    Tristan da Cunha

    Tristan da Cuhna è un’isola sperduta nel bel mezzo dell’Oceano Atlantico: per darvi un’idea della sua posizione, si trova a 300 km dall’isola di Sant’Elena, quella dove morì Napoleone. Appartiene al Regno Unito e ci abitano 300 anime che vantano il titolo di abitanti di uno dei luoghi più remoti della Terra: per arrivare qui dovete farvi sei giorni di nave partendo da Città del Capo.