Patagonia, la Terra di Fuoco in Argentina: le foto più belle ed emozionanti

da , il

    La Patagonia, che si trova nella provincia della Terra del Fuoco in Argentina, è una regione sterminata fatta di pianure e steppe interrotte da altopiani privi di vegetazione, tanto da sembrare quasi un paesaggio lunare; spostandosi verso la catena montuosa delle Ande invece, il paesaggio ciottoloso delle pianure cede il posto a formazioni rocciose e una vegetazione più lussureggiante: ciò è anche dovuto all’alta piovosità delle Ande occidentali (dette per questo “Ande bagnate”) che, insieme a masse d’aria fredda e umida, hanno contribuito alla formazione e al mantenimento dei ghiacciai, che dopo quelli dell’Antartide sono i più grandi dell’emisfero australe. El Calafate, cittadina molto turistica e ben curata che offre numerosi ostelli, è infatti la base per varie escursioni all’interno del Parque National Los Glaciares, tra cui un’escursione in una delle più importanti attrattive naturali della Patagonia: il ghiacciaio Perito Moreno.

    Dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO, è un gigantesco fiume di ghiaccio di 3 chilometri di larghezza e più di 70 metri di altezza, dal quale si staccano pezzi di ghiaccio che poi cadono nel Lago Argentino. Visitarlo richiederà tutta una giornata, anche perchè si trova a un centinaio di chilometri da El Calafate, ma sicuramente è una visita imperdibile e ne rimarrete estasiati: molte agenzie specializzate in trekking organizzano anche dei percorsi da effettuare con i ramponi sul ghiacciaio stesso, in modo di arrivare in cima e godersi un panorama mozzafiato e, nel silenzio assoluto, sentire il rumore del ghiaccio che si muove continuamente sotto i propri piedi.

    Sempre in questo parco, è possibile fare un’escursione sul Lago Argentino imbarcandosi su un catamarano che vi condurrà alla scoperta dei meravigliosi ghiacciai di Uppsala, Spegazzini e Onelli; con una sosta nella baia del Parco di Onelli poi, avrete l’opportunità di ammirare un paesaggio dalla bellezza mozzafiato, tra alberi secolari irreali e tranquilli iceberg che galleggiano nel lago. Da El Calafate si arriva al piccolo villaggio di El Chalten, sempre nel parco: vi troverete ai piedi dei famosi Fitz Roy e Cerro Torre, due vette importantissime per gli alpinisti di tutto il mondo, scalate solo a partire dagli anni ’50. Spostandosi verso sud si abbandonano le caratteristiche steppe patagoniche per addentrarsi fra le montagne e la loro vegetazione, che caratterizzano la parte meridionale della Terra del Fuoco; qui una città importante è Ushuaia, grande centro urbano sorto attorno all’omonima baia, definita dagli argentini “la ciudad mas austral del mundo” anche se, ad essere precisi, il titolo spetterebbe a Puerto Williams, piccolo insediamento in territorio cileno dall’altra parte del Canale di Beagle.

    Da Ushuaia appunto si può partire per un’escursione nel vicino Parque Nacional Tierra del Fuego, in cui ammirerete la flora locale, con i suoi faggi australi, e la fauna, tra cui troviamo le kaiken, un tipo di oche di montagna. Dalla città partono anche numerose escursioni lungo il canale per ammirare e visitare le isole davanti alla baia, in cui vivono cormorani e leoni marini; via mare o anche via terra si può raggiungere anche l’Estancia Harberton, prima fattoria creata nella Terra del Fuoco. Un viaggio in Patagonia regala emozioni uniche ed intense e fa riscoprire la grandezza della natura: la natura incontaminata è una caratteristica dell’Argentina che la rende una delle dieci destinazioni migliori al mondo per il turismo etico secondo Ethical Travel, e se ne siete amanti un viaggio avventuroso, magari anche in solitudine, vi farà riscoprire voi stessi.