Passaporto Sanitario all’estero: sapete cos’è?

da , il

    Passaporto Sanitario all’estero: sapete cos’è?

    Sarà un documento di 24 pagine con tutte le informazioni utili in caso di problemi di salute in vacanza: nasce il Passaporto Sanitario, per viaggiare una volta di più in tutta sicurezza.

    All’estero o più in generale in vacanza, il Passaporto Sanitario da oggi consentirà di aver presente tutta la storia clinica di un viaggiatore, in modo da risolvere in maniera efficace ogni problema di salute.

    Il Passaporto Sanitario sarà tradotto il sette lingue: inglese, francese, tedesco, spagnolo, russo, arabo e cinese. Riporterà le generalità del titolare, il gruppo sanguigno, la malattie di cui soffre o ha sofferto, farmaci e vaccinazioni, oltre alle terapie seguite, nonché le persone da chiamare in caso di emergenza.

    ‘Si tratta di un importante strumento personale per viaggiare in maniera più sicura e serena. Un comodo documento da viaggio da compilare in maniera chiara e semplice, nel quale, in sette lingue (inglese, francese, tedesco, spagnolo, russo, arabo e cinese) vengono riportate le notizie sanitarie più rilevanti del viaggiatore‘ ha spiegato Vincenzo Nicosia, Presidente della Simvim, Societa’ Italiana di Medicina dei Viaggi e delle Migrazioni.

    Come avere il Passaporto Sanitario? Il Passaporto Sanitario è disponibile presso i 120 Centri di Medicina dei Viaggi distribuiti in tutta Italia, come indicato sul sito ufficiale SIMVIM.

    Potete usufruire del Passaporto Sanitario all’estero, in modo da consentire a un eventuale medico straniero di aiutarvi con le cure più adeguate, ma anche in Italia. Per la compilazione non esitate a chiedere aiuto al vostro medico di famiglia.