Partire per la Cina con i bambini

da , il

    Partire per la Cina con i bambini

    Se per l’estate 2010 state ideando una vacanza in Cina, sappiate che i vostri bambini se la caveranno benissimo e rimarranno estasiati dai paesaggi meravigliosi, la realtà di contrasti incredibili e le molte occasioni da scoprire in un viaggio verso l’Oriente.

    Se avete figli al seguito non esitate a partire per un viaggio in Oriente, in un paese come la Cina, che oggi registra un boom incredibile, dove ogni elemento cambia a ritmi velocissimi: il paese da esplorare adesso, senza perdere tempo.

    Nella splendida capitale Pechino troverete moltissimi parchi, in cui i vostri figli si potranno svagare, giocando ed esplorando un mondo così differente.

    Ricordate che per i bambini non esistono confini, se non quelli che voi stessi ponete. I bambini sono empatici, si fanno capire senza bisogno di mille parole. Come del resto, potremmo fare anche noi.

    Comprate un aquilone, che in Oriente troverete di squisite fatture e divertitevi a farlo volare in alto tra i cieli della Cina. E non dimenticate di noleggiare una barca, con cui solcare i laghetti che colorano la capitale.

    Luoghi come Bei Hai Park, uno dei più antichi parchi imperiali, vi stupiranno con i giardini millenari e le infinite varietà di fiori, coltivati con una perizia delicatissima.

    Fate una passeggiata nell’immensa piazza Tienammen, con la visita dell’avveniristico Teatro Nazionale ideato da Paul Andreu, un edificio a uovo con una facciata composta di 22mila piastre di titanio.

    Partire per l’Oriente vi permetterà di incontrare meraviglie storico culturali di inestimabile valore, quali la Grande Muraglia, che si snoda per 6.350 chilometri di mura (secondo alcuni 8.851), volute dall’imperatore Qin Shi Huangdi.

    La Città Proibita, un capolavoro dell’epoca Ming e Qing composto da 800 edifici divisi in 8.886 stanze, sarà uno spettacolo indimenticabile per i bambini con l’architettura magica, i colori sfavillanti.

    In Cina troverete spesso persone che di mattina, nei parchi, praticano il Tai Chi Chuan: perché non provare a praticarlo con i bimbi? Flessibili e spiritualmente aperti, apprenderanno molto velocemente le discipline come lo yoga, apprezzando elementi tra ginnastica e meditazione che probabilmente ricorderanno anche per il futuro.

    Acrobati, contorsionisti, trapezisti, funamboli: al Teatro Chaoyang di Pechino è il trionfo degli artisti circensi, una vecchia tradizione che prosegue nei secoli e una splendida occasione per assaporare un momento del celebre teatro orientale insieme alla famiglia.

    E ricordatevi che da Pechino potrete muovervi alla scoperta dell’Oriente viaggiando in treno: una Cina da scoprire insieme ai bambini per un viaggio con la famiglia che non dimenticherete facilmente.