Ostelli gay-friendly: i migliori del mondo

da , il

    Ostelli gay-friendly: i migliori del mondo

    In occasione del “Gay-Pride” europeo, Hostelsclub pubblica la lista delle strutture gay-friendly a disposizione. Ne troviamo in Germania, Belgio, Thailandia. E in Italia?: siamo ancora indietro!.

    Sono decine di migliaia gli ostelli dislocati in giro per il mondo. Qui i giovani trovano accoglienza, comodità e divertimento ad un costo davvero ragionevole. Hostelsclub, portale internazionale che si occupa della prenotazione di ostelli, in occasione del gay-pride (che in Europa cade il 19 giugno, con iniziative che in alcune città si protraggono per una settimana) ha selezionato alcune strutture speciali, dichiaratamente gay friendly, dove trascorrere un soggiorno memorabile in un’atmosfera informale.

    Diamo un’occhiata ad alcune di queste strutture:

    Berlino: nuovo ostello per gay

    Berlino-pride

    Cominciamo quindi il nostro viaggio, prima tappa: Berlino. L’appuntamento è fissato per il 19 giugno, giorno del Pride Festival, un evento allegro e spettacolare che tra feste, notti in discoteca e parate coloratissime coinvolge tutta Berlino. La metropoli tedesca è da parecchio tempo una della città più all’avanguardia per quanto riguarda il mondo omosessuale e i turisti, gay e non, amano l’atmosfera pulsante ed eclettica che si respira in questa città. In occasione del Pride, ad accogliervi c’è un ostello appena costruito: il Gay Hostel Berlin, sulla Motzstraße, la strada al centro del ritrovo gay berlinese, offre letti a partire da 20 euro, cucina in comune, WiFi gratuito in tutta la struttura e uno speciale Hostel-Pass per ottenere sconti e offerte nei locali della zona.

    Colonia: appartamenti gay friendly

    Colonia-pride

    Per la seconda tappa rimaniamo in Germania. Ci spostiamo di quasi 500 chilometri verso ovest e giungiamo a Colonia. A partire dal 19 giugno per tre settimane la città si rallegra con feste, concerti e spettacoli per rivendicare pari diritti sociali e combattere qualsiasi discriminazione. Il gran finale del Cologne-Pride 2010 si terrà il 4 luglio. A Colonia, Hostelsclub suggerisce di soggiornare presso il King Georg: serie di appartamenti di alto livello, proprio nel centro storico della città. Nessun problema se avete in programma un viaggio in altre date. Tutte le notti che vanno dal giovedì al sabato il club bar del King Georg ravviva la vita notturna di Colonia con concerti, spettacoli teatrali e feste imperdibili. Appartamenti per due a partire da 65 euro.

    Bruxelles: suite low cost per gay

    Bruxelles-pride

    Da Colonia ci spostiamo a Bruxelles, altra metropoli pulsante e cosmopolita nel cuore dell’Europa. Nella città sede della Commissione europea sfilerà ThePride, il più grande evento dedicato ai LGBTQI (Lesbian, Gay, Bisexual, Transgender, Queer, Questioning and Intersex): le strade sono gremite per 3 giorni da sfilate, feste e dibattiti sulla cultura omosessuale. Sfortunatamente per la manifestazione di quest’anno è troppo tardi, l’evento infatti si è tenuto a maggio, ma non tutto è perduto. L’appuntamento riscuote un tale successo che gli organizzatori stanno prendendo in considerazione la possibilità di organizzare un Winter Pride Party, per non dover aspettare un altro anno per far festa. In qualsiasi momento dell’anno a Bruxelles ci si può rilassare tra una festa e l’altra al B&B Gay Friendly LaCambreMidi che mette a dispone per i suoi ospiti comode suite, arredate con gusto a 40 euro a persona.

    Madrid: ostello gay al centro della ‘movida’

    Madrid-pride

    Città in continuo fermento, famosa per la sua vita notturna, Madrid non ha certo bisogno di essere presentata. I madrileni sono soliti dire che la capitale è sveglia 24 ore su 24 e tra il 25 giugno e il 4 luglio il quartiere Chueca dà il meglio di sé: si festeggia la settimana dell’orgoglio (Semana del Orgullo) che ha il suo culmine sabato 3 Luglio con una grandiosa sfilata tra la Puerta de Alcalá e la Plaza de España. L’Hostal Puerta del Sol Gay Madrid è perfetto per chi voglia vivere la movida madrilena senza spendere troppi soldi. Staff cortese e disponibile, è pronto a dare i giusti consigli per chi voglia vivere alla grande la notte del quartiere gay. Si trova nel cuore della capitale spagnola, in piazza Puerta del Sol e offre internet gratuito, colazione continentale inclusa nel prezzo e stanze a partire da 21,55 euro. Impossibile non notarlo grazie alle bandiere arcobaleno esposte sulla facciata.

    Phuket: paradiso gay a pochi metri dalla spiaggia

    Phuket-pride

    Gli stessi gestori dell’ostello Puerta del Sol Gay a Madrid hanno da poco inaugurato un nuovo ostello in Thailandia, a 80 metri dalla meravigliosa spiaggia di Patong, la più famosa e bella di Phuket. Divertimenti e vita notturna sono a due passi da voi. Ma attenzione, se cercate la tranquillità non è il posto che fa per voi. Qui si viene per vivere la notte con le sue feste e non per godersi il relax!. L’ostello Gay Puerta Del SolPhuket è un vero e proprio paradisio gay friendly: stanze spaziose con ampi letti e bagno privato, aria condizionata, tv, cassette di sicurezza e terrazza. Suite con letto matrimoniale a partire da 20 euro.

    Montevideo: ostello riservato a clienti gay

    Montevideo-parade

    Dopo l’Europa e l’Estremo Oriente facciamo tappa in America Latina e più precisamente in Uruguay. Il piccolo ostello La Puerta Negra Gay di Montevideo, nel centralissimo quartiere Palermo ed severamente riservato a clienti gay, può ospitare fino a 12 persone e dispone di camere private con WiFi gratuito. All’intero della struttura in uno spazio di 200 metri quadrati, sono ospitate mostre d’arte. Letti a partire da 16,40 euro.